In Progetto Asilo Nido ora: 37

Benvenute in Progetto Asilo Nido


Il sito delle educatrici per condividere e confrontarsi sull'universo degli asili nido!

Contenuti di Progetto Asilo Nido

Infortuni dei bambini al Nido – Analisi per educatrici

Infortuni dei bambini al Nido – Analisi per educatrici

In questo articolo proporremo un’analisi degli infortuni dei bambini negli asili nido dal punto di vista delle educatrici. Dopo l’analisi delle cause più frequenti, vedremo i fattori più comuni che influenzano il rischio d’infortuni dei bambini al nido e la loro tipologia, mentre la prevenzione è trattata in un altro articolo.
Questo articolo prende spunto da un corso di formazione per educatori di asilo nido tenuto nel 2009 dalla dottoressa Milena De Giorgi, ed è stato da lei curato per Progetto Asilo Nido.

Importanza per le educatrici dell’analisi degli infortuni dei bambini negli asili nido

L’importanza dell’analisi degli infortuni dei bambini, dal punto di vista delle educatrici di asilo nido, è notevole. Infatti, le educatrici hanno il compito di vigilare e sorvegliare il bambino a loro affidato, e quindi rispondono direttamente di quanto gli succede. Analizzare gli infortuni dei bambini (cause, azioni, fattori che li influenzano, ecc.) è fondamentale per attuare una prevenzione efficace degli stessi (vedi Infortuni dei bambini al Nido – Rischi e prevenzione per stadi di sviluppo).

Analisi degli infortuni negli asili nido

Gli infortuni negli asili nido sono il risultato di una o più delle seguenti condizioni generali:

  • Condizioni d’insicurezza nell’ambiente
  • Partecipazione in attività o situazioni educative non adeguate allo stadio di sviluppo
  • Mancanza (anche momentanea) di sorveglianza adulta

È quindi chiara l’importanza del ruolo attivo dell’educatrice per la prevenzione degli infortuni per i bambini.


Fattori che influenzano il rischio di infortuni dei bambini negli asili nido

Fattori che influenzano il rischio di infortuni dei bambini negli asili nido

Alcuni dei fattori più comuni che influenzano il rischio di infortuni negli asili nido sono:

  • Fattori individuali: sviluppo neuromotorio conseguito; sesso (in maniera minore); anche il temperamento può influire 
  • Dimensioni e caratteristiche costruttive e architettoniche dell’asilo nido (ad esempio: presenza di angoli ciechi, pilastri al centro di stanze, disposizione di piante e giochi da esterno, ecc.)
  • Caratteristiche fisiche di arredi, materiali e giochi
  • Uscite nel territorio (ad esempio piscina settimanale, gite in quartiere, ecc.)
  • Rapporto numerico adulti/bambini (valutato in ogni situazione)
  • Efficacia della sorveglianza effettuata da educatrici e ausiliarie
  • Competenze di sorveglianza di educatrici e ausiliarie
  • Programmi di rinforzo continuo della sicurezza (ad esempio formazione continua)


Per prevenire efficacemente gli infortuni negli asili nido è necessario comprendere meglio gli infortuni stessi.

Clicca per una analisi degli infortuni al Nido:

1. Tipologia

1. Tipologia degli infortuni più comuni dei bambini negli asili nido

I tipi più comuni di infortuni dei bambini negli asili nido sono:

  • Infortuni minori (ad esempio: traumi, tagli, sbucciature, contusioni, ecc.)
  • Infortuni maggiori (ad esempio: ferite alla testa, fratture, ferite agli organi interni, dislocazioni o ferite dentali, danni oculari)
  • Ostruzioni delle vie respiratorie
  • Ostruzioni delle vie aeree superiori e del canale uditivo per introduzione di corpi estranei (vari oggetti) 
  • Ingestione di vari materiali, anche di cibo con rischio di soffocamento
  • Epistassi
  • Punture o morsi di insetti e animali (particolarmente dolorose le punture di imenotteri come vespe, api, ecc.)
  • Colpo di calore (colpo di sole)

Altri tipi di infortuni sono molto meno comuni negli asili nido rispetto agli ambienti familiari, quali avvelenamento, annegamento, bruciature e scottature.
Le scottature e il colpo di sole, pur rari in asilo nido, meritano un approfondimento. Altri rischi per la salute, quali l’esposizione a polveri (ad esempio: talco) non sono qui trattati.

Scottature in asilo nido

Le scottature negli asili nido sono solitamente collegate all’acqua del rubinetto troppo calda. Tali infortuni sono facilmente eliminabili dall’Ente Gestore del servizio predisponendo un limitatore di temperatura al sistema dell’acqua calda sanitaria. Eventuali scottature dovute a piatti e cibi troppo caldi sono facilmente evitabili se si predispone la routine del pasto in maniera tale che i piatti ed il cibo si raffreddino (in cucina o altro ambiente non accessibile ai bambini). È compito dell’educatrice controllare sia l’acqua calda sanitaria che il bambino sta per usare, sia il piatto e i cibi che arrivano dalla cucina.

Colpo di calore in asilo nido

Il colpo di calore, detto anche “colpo di sole”, solitamente accade durante permanenze all’esterno, in particolare nelle sabbiere (che sono esposte il più possibile al sole).
La prevenzione da parte dell’educatrice di asilo nido riguarda:

  1. Uso di vestiario leggero e di cappello per i bambini;
  2. Dar da bere spesso ai bambini durante la loro permanenza all’esterno;
  3. Farli “ruotare” tra zone in ombra e zone soleggiate, con idonee proposte ludiche;
  4. Non portare i bambini in giardino nelle ora più calde o quando le temperature sono elevate. Quest’ultimo punto deve essere adeguatamente considerato nel progetto educativo, attraverso la programmazione delle attività in giardino nei mesi che precedono il caldo. 

Nel caso un bambino abbia subito un colpo di calore, l’educatrice di asilo nido deve: a) portare subito il bambino all'ombra o in luogo arieggiato e svestirlo; b) telefonare al 118; c) spruzzare il corpo e il viso con acqua fresca; d) dargli da bere acqua fresca (non fredda).

2. Azioni e Cause

2. Azioni e cause di infortuni dei bambini negli asili nido

Le azioni più comuni che procurano infortuni per i bambini di asilo nido sono:

  • Coinvolgimento di un altro bambino (scontro, spinta, morso, graffi)
  • Collisioni. Solitamente con oggetti nell’area gioco, ma anche con pilastri o muri, ecc.
  • Tagli dovuti ad angoli. Solitamente con oggetti nell’area gioco, ma anche con pilastri o muri, ecc. I fogli di carta troppo sottili possono tagliare in maniera non preoccupante (ma dolorosa per i bambini).
  • Cadute. Sono la causa principale di infortuni gravi. Si verificano solitamente nell’area gioco; in alcuni casi sono coinvolti gli arredi (bambini che vi salgono sopra o che v’inciampano) e in modo più raro ma più pericoloso le scale e le finestre.
Per quanto riguarda le finestre, l’educatrice deve sempre considerare che bambini sopra i 18 mesi possono spostare oggetti in prossimità di una finestra aperta; è consigliabile vi sia grande attenzione da parte del personale tutto. Per quanto sia possibile considerare l’impiego di sole finestre con anta a ribalta con fermo di sicurezza, l’azione fondamentale è evitare il posizionamento di sedie, tavolini, altri arredi nelle loro prossimità.

Da un punto di vista generale i bambini negli asili nido possono subire infortuni principalmente a causa di:

  • (Bambini e Educatrici) Carenza di conoscenze relative alla sicurezza
  • (Bambini) Insufficiente sviluppo di abilità e capacità o imitazione di altri bambini più sviluppati fisicamente
  • Presenza di rischi nell’ambiente
  • (Educatrici e ausiliarie): Carenza di precauzioni  o di sorveglianza
  • (Educatrici e ausiliarie): Uso improprio o insufficiente di dispositivi di sicurezza (ad esempio paracolpi)

3. Bambini più esposti agli infortuni

3. Bambini più esposti agli infortuni:

Per quanto riguarda i bambini che possono essere più esposti agli infortuni, si osserva che:

  • Gli infortuni si verificano più spesso al crescere dell’età dei bambini (in particolare l’età più critica è tra i 2 e i 5 anni, mentre sono meno esposti i bambini sotto i due anni)
  • La differenza tra maschi e femmine, negli asili nido, è minima.
  • Bambini di temperamento caratterizzato con un alto livello d’attività (vedi Temperamento al Nido) hanno una maggior incidenza di infortuni.

4. Momenti critici

4. Momenti critici: quando avvengono gli infortuni

Gli infortuni avvengono con maggior frequenza:

  • Tarda mattina e tardo pomeriggio. Ciò è collegato probabilmente al fatto che i bambini sono affamati e/o stanchi e nel contempo le educatrici sono più occupate in vista di momenti organizzativi (il pranzo, l’uscita) e meno concentrate nella sorveglianza. Non deve essere trascurata la stanchezza delle educatrici stesse (questi momenti coincidono con la fine di attività, routine impegnative e spesso cambi di turno).
  • In primavera-estate. Ciò è collegato probabilmente alla maggior permanenza all’aperto. Questo solitamente implica una maggior esposizione a rischi di oggetti poco conosciuti, maggior numero di bambini in movimento, minor attenzione e minore sorveglianza da parte degli adulti su un’area di osservazione più vasta.

5. Zone critiche

5. Zone critiche interne e/o esterne: dove i bambini sono più esposti

Le zone dove i bambini sono più esposti agli infortuni sono sia spazi interni sia esterni. In dettaglio sono:

  • Punti d’interesse dello spazio sezione (ad esempio: casetta) dove è più probabile l’affollamento di bambini e il conflitto tra essi
  • Zone vicine a caratteristiche architettoniche pericolose dell’edificio (pilastri, angoli sporgenti, ecc)
  • Negli ambienti della psicomotricità in cui i bambini sono attivi e in movimento
  • Zone esterne (giardino) dove è più difficile un’accurata sorveglianza di tutto il gruppo dei bambini
  • Nei bagni, durante la routine del cambio, dove i bambini si muovono e giocano tra di loro in uno spazio di minori dimensioni e non pensato per il gioco di movimento
  • In qualunque altro punto dell’asilo nido in cui ci siano arredi, materiali, strutture utilizzabili dal bambino in modo non sicuro o eludendo la sorveglianza delle educatrici. Ad esempio, nell’angolo del gioco simbolico è possibile che un bambino s’infili all’interno di un mobile con portiera; oppure durante l’attività dei travestimenti con tracolle di borse, ecc.

Articoli collegati - Infortuni dei bambini negli asili nido – Analisi per educatrici

Per una definizione e alcune riflessioni sull'importanza del temperamento del bambino per l'educatrice di asilo, vedi Temperamento al Nido.
Gli altri articoli sugli infortuni dei bambini al nido collegati a questo sono:

Conclusioni - Infortuni dei bambini negli asili nido – Analisi per educatrici

In questo articolo abbiamo visto un’analisi degli infortuni dei bambini negli asili nido, dal punto di vista delle educatrici. Dopo l’analisi delle condizioni generali che generano infortuni (insicurezza nell’ambiente; partecipazione in attività non adeguate allo stadio di sviluppo; carenza anche momentanea di sorveglianza), abbiamo visto alcuni dei fattori più comuni che influenzano il rischio di infortuni negli asili nido. Al fine di prevenire efficacemente gli infortuni negli asili nido è necessario comprendere meglio gli infortuni stessi, perciò abbiamo visto un’analisi della tipologia degli infortuni più comuni dei bambini negli asili nido, delle azioni e cause di infortuni dei bambini negli asili nido, quali bambini sono più esposti agli infortuni, quando gli infortuni avvengono con maggior frequenza.


Progetto Asilo Nido & Social