In Progetto Asilo Nido ora: 62

Benvenute in Progetto Asilo Nido


Il sito delle educatrici per condividere e confrontarsi sull'universo degli asili nido!

Contenuti di Progetto Asilo Nido

Emozioni – idee per attività

Emozioni – idee per attività

In questo articolo proporremo alle educatrici di asilo nido alcune idee per attività rivolte al riconoscimento delle emozioni o sfruttabili per un laboratorio rivolto allo sviluppo socio-emotivo. In particolare vedremo alcune riflessioni, scaturite da nostre osservazioni, su come usare le foto digitali in maniera efficace dal punto di vista educativo e economico. Alla fine dell’articolo sono proposti i link per alcune attività che sfruttano tali idee.

Attività rivolte alle emozioni e idee relative

Gran parte delle attività rivolte a emozioni e sviluppo socio-emotivo che si trovano disponibili su internet e che sono illustrate in corsi di formazione sono in realtà adatte a bambini dai 30 mesi in su. Perciò abbiamo creato e sperimentato una serie di attività usufruibili già dai 12 mesi in poi.

Le idee che caratterizzano tali attività (proposte alla fine dell’articolo) sono:

  • Attenzione congiunta
  • Immagini coerenti con lo sviluppo del bambino

Attenzione congiunta per attività su emozioni

Le seguenti attività di promozione dello sviluppo emotivo si basano sulla creazione di un momento di attenzione congiunta specifico e sulla relativa interazione educatrice – bambino (di solito iniziata da una verbalizzazione o, per i più grandi, da una domanda dell’educatrice).

Immagini coerenti con lo sviluppo del bambino

Le attività proposte sotto di riconoscimento e interpretazione delle emozioni, fondamentali per la promozione dello sviluppo emotivo, si basano sull’uso di immagini emotivamente significative per i bambini dell’età considerata e coerenti con lo sviluppo.
Questo aspetto necessita di una spiegazione.

Immagini grafiche o foto?

La seguente riflessione è scaturita da una serie di osservazioni relative all’uso di schede grafiche con immagini esprimenti emozioni, di più tipi diverse (graficamente più semplici o più elaborate), reperite in commercio per l’uso in asilo nido e dall’uso di libri illustrati con personaggi indicanti emozioni.

La maggior parte dei bambini sono in grado di identificare una emozione espressa da un disegno non familiare (ad esempio un personaggio di un nuovo libro illustrato, o schede appositamente disegnate) a partire dai 30 mesi circa; questo lo si osserva perché i bambini sono in grado di correggere l’educatrice che “legge” una emozione volutamente errata.
Tra i 24 e 30 mesi, la situazione è spesso eterogenea: alcuni bambini riescono ad identificare l’emozione, per molti altri l’emozione espressa dal disegno è collegata alla lettura (interpretazione) che ne da l’educatrice.
Al di sotto dei 24 mesi, prevale l’attribuzione proposta dall’educatrice.

Ci siamo quindi posti il problema di immagini facilmente interpretabili, in maniera autonoma e univoca, anche da bambini sotto i 30 mesi.
Per far ciò, siamo partite dallo sviluppo standard dei bambini stessi.
Sappiamo che, a partire dai 18 mesi circa, il bambino è in grado di riconoscersi in foto (purché recente); inoltre, la sua capacità di interpretare correttamente le espressioni emotive del viso umano è precocissima (dai 3 mesi in poi).

La nostra idea per attività sulle emozioni


L’idea è quindi la seguente:

Usare foto recenti dei bambini della sezione
esprimenti in maniera evidente una emozione, per le attività rivolte allo sviluppo emotivo.
Le foto sono digitali e a colori.

Sono a nostro avviso consigliabili dei primi piani della testa, e non solo particolari del viso (abbiamo osservato che la maggior parte dei bambini riconsce più facilmente queste foto).

Alcune osservazioni da noi fatte in gruppi di bambini, dai 18 mesi in poi, a cui sono state proposte queste loro foto, hanno evidenziato che tali bambini interpretano le emozioni correttamente nella maggioranza dei casi.

Costo complessivo


Un aspetto da considerare è il costo complessivo delle foto.
Si deve osservare a tal riguardo che, se stampate in proprio in bassa definizione, il costo è comparabile con la stampa di una scheda per le emozioni a colori.

Documentazione


Dato che le foto devono essere recenti (indicativamente di massimo 3 mesi prima), gli oggetti creati con esse possono costituire un’ottima documentazione fotografica dello sviluppo del bambino, diversa dalle usuali raccolte a libro.

Emozioni – idee per attività: articoli collegati

Le tabelle di sviluppo delle fasce d'età qui considerate sono in Tabelle di sviluppo per semestrie negli articoli collegati.

Alcune attività sulle emozioni che sfruttano queste idee

Seguendo questi link puoi visualizzare alcune attività sulle emozioni che sfruttano le idee qui proposte.

 

Emozioni – idee per attività: conclusioni

In questo articolo abbiamo proposto alle educatrici di asilo nido alcune idee per attività rivolte al riconoscimento delle emozioni o  per i laboratori di sviluppo socio-emotivo. In particolare, abbiamo proposto di sfruttare l'attenzione congiunta su immagini recenti dei bambini stessi. Queste idee nascono da nostre osservazioni su come usare le foto digitali in maniera efficace dal punto di vista educativo e economica. Alla fine dell’articolo sono elencate alcune attività sulle emozioni, da noi provate, che sfruttano concretamente tali idee.


Progetto Asilo Nido & Social

Progetto Asilo Nido & Lavoro