In Progetto Asilo Nido ora: 15

Benvenute in Progetto Asilo Nido


Il sito delle educatrici per condividere e confrontarsi sull'universo degli asili nido!

Contenuti di Progetto Asilo Nido

Sviluppo del bambino 3-6 mesi

Sviluppo del bambino 3-6 mesi

In questo articolo sono raccolte, ad uso delle educatrici di asilo nido, un gran numero di indicazioni sullo sviluppo del bambino tra 3-6 mesi. Lo sviluppo è qui organizzato in vari aspetti particolareggiati, raccolti in 7 macro-aree. Ciò per permettere alle educatrici una maggior flessibilità d’uso.
Lo scopo di questo articolo, redatto dalla dottoressa Milena De Giorgi, è aiutare le educatrici nella loro professione, dall’elaborazione del progetto educativo alla programmazione didattica di attività e laboratori, alla quotidianità nei propri asili nido per i bambini di 3-6 mesi. Una serie di esempi di attività ottenute con queste indicazioni sono proposte in  Attività e sviluppo a 0-6 mesi.
Le varie tappe dello sviluppo e le indicazioni sono stati raccolti da molte fonti diverse e riviste dal punto di vista delle educatrici negli asili nido italiani, nell’ottica di creare uno strumento completo e efficace.

Per quanto si sia cercato qui di esporre un insieme completo, molto può essere rimasto fuori dalla nostra analisi. Sulla nostra pagina di Progetto Asilo Nido su Facebook sarà la benvenuta chiunque volesse proporre aggiunte o discutere alcuni aspetti, in modo da poter rendere queste tabelle sempre più utili per tutte! Per chi volesse ulteriormente approfondire si rimanda ai testi indicati alla fine.

Sviluppo del bambino 3-6 mesi in sintesi

Tra 3 e 6 mesi, lo sviluppo del bambino si manifesta con una rapida crescita, sia in peso sia in statura, e con la progressiva maturazione del sistema neuro-muscolare secondo le direttrici cefalocaudali e proximodistali.Dal punto di vista motorio, la maturazione si manifesta in maggior controllo delle proprie posture e azioni.

Dal punto di vista cognitivo, partendo dalla continua osservazione di ciò che lo circonda e dal manifesto interesse per gli oggetti tramite lo sguardo, il tentativo di avvicinamento, l’esplorazione tattile e orale, migliora nel tempo la capacità di attenzione, di esplorazione. Mostra una chiara preferenza per stimoli già familiari, e non ama le novità.

Dal punto di vista comunicativo, il bambino gira la testa verso chi parla, e usa pianto, grida, e vocalizzi in maniera intenzionalmente comunicativa: esprime cioè sia bisogni fisiologici sia stati d’animo sia richieste di socializzazione. Produce suoni sempre più complessi: passa dai gorgoglii al “tubare” al balbettio. Inizia a manifesta consapevolezza fonemica.

Dal punto di vista socio-emotivo, il bambino 3-6 mesi: passa dalla Fase 1 alla Fase 2 dell’attaccamento secondo il modello di Bowlby; manifesta emozioni elementari (soddisfazione, disagio); le espressioni emotive sono sempre più organizzate e collegate ad un evento sociale; inizia a sviluppare il senso di Sé; ancora amichevole nei confronti degli estranei, mostra di sentirsi a proprio agio quando è affidato a persone familiari e comincia a mostrare preferenza per esse.

Sviluppo del bambino 3-6 mesi: aree

Per rendere più utile alle educatrici di asilo nido questa tabella, si è scelto di suddividere lo sviluppo del bambino 3-6 mesi in 7 aree distinte e considerate come segue:


Clicca per visualizzare lo sviluppo del bambino 3-6 in dettaglio:

1. Sviluppo motorio globale 3-6 mesi

1. Sviluppo motorio globale 3-6 mesi

Lo sviluppo motorio globale del bambino riguarda la postura e i movimenti grosso-motori (in particolare di gambe e braccia).
Tra 3 e 6 mesi il bambino sviluppa capacità e competenze motorie globali per cui, verso i 6 mesi:

  • Rapida crescita del bambino, sia in peso sia in statura. Progressiva maturazione del sistema neuro-muscolare secondo le direttrici cefalocaudali e proximodistali.
  • Spariscono molti riflessi
  • Si adatta al corpo dell’educatrice che lo tiene in braccio (piega il corpo, mette la testa o le
  • Mani sulla spalla dell’educatrice)
  • Sostiene la testa in equilibrio
  • Solleva la testa in posizione prona
  • Solleva e sostiene il torso con le braccia
  • Scalcia con le gambe (quando lo si cambia, quando è contento, ecc.)
  • Se tenuto per le mani, da supino riesce a alzarsi fino a sedersi
  • Sta seduto con poco aiuto (ad esempio con un cuscino)
  • Sta seduto nel seggiolone
  • Inizia ad alzarsi e si muove su e giù se sostenuto dall’educatrice
  • Non è ancora in grado di sedersi dalla posizione eretta (si lascia cadere sul sedere)
  • Verso i 6 mesi, inizia a seguire un ritmo sonno-veglia regolare (dorme di notte)

2. Sviluppo motorio fine 3-6 mesi

2. Sviluppo motorio fine 3-6 mesi

Lo sviluppo motorio fine del bambino riguarda la motricità di mani, polso e dita e la coordinazione oculo-manuale (in particolare la presa).
Tra 3 e 6 mesi il bambino sviluppa capacità e competenze motorie fini per cui, verso i 6 mesi:

  • Verso i 5-6 mesi. Si avvicina all’oggetto usando solo l'articolazione della spalla, mentre la mano rimane fissa, su un piano verticale, rispetto all'avambraccio. Il bambino sembra «spazzare» o «rastrellare» l'oggetto (Camaioni, 1996).
  • Per afferrare un oggetto, estende entrambe le mani contemporaneamente
  • Usa prevalentemente entrambe le mani per manipolare un oggetto. A volte afferra un oggetto e lo stringe nel palmo di una singola mano. In questo caso lo afferra dalla parte cubitale della mano (sotto il mignolo, utilizzando le quattro ultime dita, escluso il pollice, cioè usa la prensione cubito-palmare
  • (Prima dei 6-8 mesi circa) Non riesce a lasciar andare piano piano un oggetto: lo lascia cadere o lo schiacca a terra
  • Regola la postura di braccio e mano per orientarsi verso l’oggetto
  • Lascia andare un oggetto se l’educatrice ne propone un altro

3. Sviluppo del linguaggio 3-6 mesi

3. Sviluppo del linguaggio 3-6 mesi

Nello sviluppo del linguaggio e della comunicazione 3-6 mesi sono indicati aspetti relativi a:

    • Comunicazione con gli altri (verbale e non verbale)
    • Comprensione di quanto è comunicato

Tra 3 e 6 mesi il bambino sviluppa capacità e competenze relative al linguaggio e alla comunicazione per cui, verso i 6 mesi:

  • Grida e piange (in maniera diversa) per esprimere bisogni, disagio o tristezza
  • Durante un gioco per lui interessante, ride e produce gridolini e altri versi di basso volume; grida se a disagio
  • Inizia a vocalizzare e ridere per esprimere felicità; emette suoni propositivi e contemporaneamente sorride
  • Localizza suoni prodotti al livello del suo orecchio
  • Gira la testa nella direzione dalla quale proviene una voce o un rumore
  • Osserva attentamente le labbra di chi parla
  • Produce suoni sempre più complessi: passa dai gorgoglii al “tubare” al balbettio
  • Vocalizza verso l’educatrice e tra sé e sé, in maniera tale da assomigliare ad un discorso (a volte sembra canticchiare), usando suoni con una o due vocali
  • Verso i 6 mesi, è chiaramente sensibile ai suoni della propria lingua (inizia a manifestare consapevolezza fonemica)
  • Risponde con vocalizzi a una voce familiare, interagendo con chi imita i suoi vocalizzi (aumenta, sostiene, sospende per alcuni istanti)
  • (Verso i 6 mesi) Partecipa alle comunicazioni (ripetute e familiari) gestite dall’educatrice (“cucù”, “ciao”, “Oh issa”, ecc.)
  • Ascolta la voce dell’educatrice anche quando questa non è in vista
  • Inizia a collegare i suoni alle cose e alle persone, volgendosi verso di esse quando gli sono verbalizzate e indicate

4. Sviluppo socio-emotivo e del senso di Sé 3-6 mesi

4. Sviluppo socio-emotivo e del senso di Sé 3-6 mesi

Nello sviluppo socio-emotivo 3-6 mesi sono indicati aspetti relativi a:

    • Attacccamento
    • Senso del sé
    • Comprensione, manifestazione e gestione delle emozioni e dei sentimenti
    • Rapporto con gli altri
    • Rapporto con l’educatrice

Tra 3 e 6 mesi il bambino sviluppa capacità e competenze socio-emotive per cui, verso i 6 mesi:

  • Fase 1 e fase 2 dello sviluppo dell’attaccamento secondo il modello di Bowlby
  • Ancora amichevole nei confronti degli estranei, anche se occasionalmente può dimostrarsi timido o ansioso
  • Manifesta emozioni elementari (soddisfazione, disagio) in riferimento a specifici suoni
  • Le espressioni emotive sono sempre più organizzate e chiaramente collegate ad un evento sociale
  • Si tranquillizza se preso in braccio, e “accetta” di farsi consolare
  • Sorriso sociale
  • Ride
  • Guarda intensamente il viso dell’educatrice
  • Ricerca il contatto oculare
  • Riconosce le persone della propria famiglia e l’educatrice a lui più familiare, a cui sorride e ride.
  • Riproduce l’espressione emotiva che l’educatrice manifesta (durante interazioni viso a viso)
  • Riconosce le espressioni mimico-facciali dell’educatrice relative alle emozioni primarie (paura, gioia, rabbia).
  • Risponde con suoni e azioni diverse ai toni emotivi espressi nella voce dell’educatrice
  • Mostra di sentirsi a proprio agio quando è affidato a persone familiari e comincia a mostrare preferenza per loro (cerca sicurezza con gli adulti familiari)
  • Inizio dello sviluppo del senso di Sé

5. Benessere fisico e senso di sicurezza 3-6 mesi

5. Benessere fisico e senso di sicurezza 3-6 mesi

Nello sviluppo del benessere fisico e senso di sicurezza 3-6 mesi sono indicati aspetti relativi alle capacità del bambino di provvedere al proprio benessere fisico e alla propria sicurezza.
Tra 3 e 6 mesi il bambino sviluppa tali capacità e competenze per cui, verso i 6 mesi:

  • Visione è sensibile al movimento; si sviluppa la profondità bioculare
  • Aiuta l’educatrice sostenendo il biberon

6. Sviluppo dell’ autonomia 3-6 mesi

6. Sviluppo dell’autonomia 3-6 mesi

Nello sviluppo dell’autonomia 3-6 mesi sono indicati aspetti relativi alle capacità e alle risorse che il bambino può attivare per essere autonomo dal punto di vista sia personale sia sociale. Tra 3 e 6 mesi il bambino sviluppa tali capacità per cui, verso i 6 mesi:

  • Si calma dopo avere mangiato
  • Quando è sveglio, mostra attività tranquille se non a disagio, e mostra segni di disagio se è a disagio
  • Appoggia la mano alla mammella, quando allattato al seno (o al biberon se si usa latte artificiale), dando colpetti
  • (verso i 6 mesi, quando inizia lo svezzamento). Inizialmente sputa il cibo usando un movimento della lingua da dentro a fuori


7. Sviluppo Cognitivo 3-6 mesi

Nello sviluppo cognitivo 3-6 mesi sono indicati aspetti relativi a:


Clicca per visualizzare gli aspetti dello sviluppo cognitivo 3-6 mesi

Attenzione 3-6 mesi

Attenzione 3-6 mesi

L'attenzione riguarda in particolare gli aspetti dello sviluppo della capacità di fare attenzione e di mantenimento dell’attenzione (concentrazione).
La sua capacità di attenzione migliora nel tempo, divenendo sempre più efficiente e flessibile
Tra 3 e 6 mesi il bambino sviluppa capacità e competenze relative all’attenzione per cui, verso i 6 mesi:

  • Guarda incessantemente e con manifesta attenzione ciò che lo circonda (comprese le azioni dell’educatrice e di altri bambini); se lo si distrae, guarda ovunque
  • Segue con lo sguardo un oggetto che si muove
  • Fissa immediatamente un oggetto che appaia entro 15-30 cm dal suo viso
  • Dimostra consapevolezza della profondità
  • Segue con lo sguardo un oggetto che sta per scomparire dal suo campo visivo, girando la testa o tutto il corpo per mantenere l’oggetto nel campo visivo
  • Se un oggetto gli cade dalla mano all’interno del campo visivo, fissa il punto in cui è caduto; se cade al di fuori del campo visivo, guarda in giro muovendo gli occhi e le mani (in modo vago, non diretto) per qualche secondo, o lo dimentica subito

Esplorazione e gioco 3-6 mesi

Esplorazione e gioco 3-6 mesi

Lo sviluppo connesso all'esplorazione e al gioco riguarda le caratteristiche del gioco e dell’esplorazione, relativi comportamenti, capacità e competenze impiegate dal bambino.
Tra 3 e 6 mesi il bambino sviluppa capacità e competenze relative a esplorazione e gioco per cui, verso i 6 mesi:

  • Esprime interesse per gli oggetti tramite lo sguardo, il tentativo di avvicinamento, l’esplorazione tattile e orale
  • Visione sensibile al movimento; si sviluppa la profondità bioculare
  • Esplora gli oggetti con la bocca e con gli occhi
  • Esplora oggetti diversi
  • Esplora un oggetto sbattendolo per terra o contro un altro, con una sola mano
  • Sposta un oggetto da una mano all’altra
  • Agita sonagli e altri oggetti sonori
  • Si gira e raggiunge oggetti posti anche lateralmente, non solo di fronte
  • Si rotola
  • Aggrappandosi, riesce a sporgersi e/o ad alzarsi dalla culla
  • Ascolta ciò che lo circonda con evidente attenzione
  • Gioca con mani e piedi, con i propri movimenti e i risultati delle proprie azioni
  • Stabilisce attenzione congiunta con l’educatriche che verbalizza
  • Può coinvolgersi nell’esplorazione di un oggetto in maniera così profonda da ignorare i tentativi di interazione proposti dall’educatrice
  • Apprezza giochi fisici (sollevare, fare il solletico, primi “Batti batti le manine”, ecc.). MAI SCUOTERE IL BAMBINO!
  • Apprezza le proposte ripetute di semplici giochi

Sviluppo della memoria 3-6 mesi

Sviluppo della memoria 3-6 mesi

Lo sviluppo della memoria riguarda in particolare gli aspetti relativi alla capacità di rievocazione.
Tra 3 e 6 mesi il bambino sviluppa capacità e competenze relative alla memoria per cui, verso i 6 mesi:

  • Migliora sempre più la memoria ricognitiva (persone, posti, oggetti, arredi)
  • Imita in maniera differita le espressioni degli adulti che lo circondano
  • Inizia a formare delle categorie percettive per gli oggetti, basate sulle loro caratteristiche comuni
  • Mostra risposte anticipatorie se l’educatrice, durante una filastrocca o una canzoncina mimata già familiare al bambino, fa pause prima di un momento “saliente”

Strategie per la risoluzione dei problemi 3-6 mesi

Strategie per la risoluzione dei problemi 3-6 mesi

Lo sviluppo delle strategie per la risoluzione dei problemi 3-6 mesi riguarda quanto il bambino adotta solitamente per la risoluzione dei compiti che affronta.
Tra 3 e 6 mesi il bambino sviluppa capacità e competenze relative alla risoluzione dei problemi per cui, verso i 6 mesi:

  • Inizia la consapevolezza della permanenza dell’oggetto (in casi di “violation of expectation”)
  • Ripete i comportamenti che hanno prodotto risultati piacevoli o stimolanti per lui

Sviluppo del pensiero matematico 3-6 mesi

Sviluppo del pensiero matematico 3-6 mesi

Lo sviluppo del pensiero matematico riguarda gli aspetti dello sviluppo collegati al pensiero matematico (strutture e relazioni topologiche, classi).
Tra 3 e 6 mesi il bambino sviluppa capacità e competenze relative al pensiero matematico per cui, verso i 6 mesi:

  • Percepisce gli stimoli come strutture organizzate; ad esempio: riconosce (e dimostra di preferire) le strutture organizzate come una faccia umana

Sviluppo del pensiero scientifico 3-6 mesi

Sviluppo del pensiero scientifico 3-6 mesi

Lo sviluppo del pensiero scientifico riguarda gli aspetti dello sviluppo collegati al pensiero scientifico (“metodologie” che il bambino può usare per esplorare e capire il mondo che lo circonda.
Tra 3 e 6 mesi il bambino sviluppa capacità e competenze relative al pensiero scientifico per cui, verso i 6 mesi:

  • Inizia a dimostrare consapevolezza sensoriale in tutti i 5 sensi: vista, udito, gusto, olfatto, tatto

Sviluppo degli approcci all'apprendimento 3-6 mesi

Sviluppo degli approcci all'apprendimento 3-6 mesi

Lo sviluppo degli approcci all'apprendimento riguarda gli aspetti dello sviluppo relativi a come il bambino prende iniziative, si mostra curioso, trova informazioni in ciò che lo circonda.
Tra 3 e 6 mesi il bambino sviluppa approcci all'apprendimento per cui, verso i 6 mesi:

  • Mostra una chiara preferenza per stimoli già familiari, e non ama le novità
  • Prende iniziative e si mostra attivamente curioso (comportamenti motori globali come alzare la testa e guardarsi attorno, rotolare o girarsi per prendere un oggetto, ecc.; esplorazione; cerca di produrre suoni con gli oggetti)
  • Esprime intenzionalmente la sua curiosità con comportamenti come agitarsi, mostrare, tendere verso, afferrare e osservare
  • Cerca e sfrutta situazioni di attenzione congiunta

Sviluppo dell’espressività creativa 3-6 mesi

Sviluppo dell’espressività creativa 3-6 mesi

Lo sviluppo dell’espressività creativa riguarda in particolare gli relativi all’espressività grafico-pittorica, manipolatoria, sonoro-musicale.
Tra 3 e 6 mesi il bambino sviluppa capacità e competenze relative all’espressività creativa per cui, verso i 6 mesi:

  • Apprezza canzoni, canzoncine mimate e filastrocche proposte dall’educatrice (sorride, si tranquillizza, sembra “partecipare” con movimenti di braccia e gambe, ecc.)
  • Quando gli si offre un sonaglio, lo prende subito e lo agita intenzionalmente per produrre un suono (spesso unendo l’azione ad una osservazione visiva ravvicinata)

Testi di approfondimento

Berti A.E, Bombi A.S., Psicologia del bambino (1985); ed. Il Mulino; Bologna
Camaioni L., La prima infanzia (1993); ed. Il Mulino; Bologna
Hopkins B., Barr R. G., Michel G. F., Rochat P. (eds), The Cambridge Encyclopedia of Child Development (2005); Cambridge University Press, New York
Sheridan M.D. (Revised and updated by Sharma A. & Cockerill H.), From birth to five years (2008); Routledge; London

Articoli collegati

“Sviluppo del bambino 3-6 mesi” fa parte di un ciclo di 6 articoli, dedicati alle educatrici di asilo nido, che copre l’arco temporale dei bambini solitamente presenti negli asili nido italiani. Gli altri articoli sono:

Un esempio di uso di questo articolo per la creazione di attività in asilo nido è in Attività e sviluppo a 0-6 mesi.

Conclusioni-Sviluppo del bambino 3-6 mesi

In questo articolo sono raccolte, ad uso delle educatrici di asilo nido, un gran numero di indicazioni sullo sviluppo del bambino tra 3-6 mesi, raccolte da varie fonti e riviste dal punto di vista delle educatrici. Lo sviluppo è qui organizzato in vari aspetti particolareggiati, raccolti in 7 macro-aree: 1) Sviluppo motorio globale; 2) Sviluppo motorio fine; 3) Sviluppo cognitivo nei suoi vari aspetti; 4) Sviluppo del linguaggio; 5) Sviluppo socio-emotivo e del senso di Sé; 3) Benessere fisico e senso di sicurezza; 7) Autonomia. In particolare, lo sviluppo cognitivo è presentato, per i bambini di 3-3 mesi, nei seguenti aspetti: Attenzione, Esplorazione e gioco, Memoria, Strategie per la risoluzione dei problemi, Sviluppo del pensiero matematico, Sviluppo del pensiero scientifico, Sviluppo degli approcci all'apprendimento, Sviluppo dell’espressività creativa. Lo scopo di questo articolo è aiutare le educatrici nella loro professione, dall’elaborazione del progetto educativo alla programmazione didattica di attività e laboratori alla quotidianità nei propri asili nido per i bambini di 3-6 mesi.


Progetto Asilo Nido & Social