In Progetto Asilo Nido ora: 31

Benvenute in Progetto Asilo Nido


Il sito delle educatrici per condividere e confrontarsi sull'universo degli asili nido!

Contenuti di Progetto Asilo Nido

Sviluppo del bambino 6-12 mesi

Sviluppo del bambino 6-12 mesi

In questo articolo sono raccolte, ad uso delle educatrici di asilo nido, un gran numero di indicazioni sullo sviluppo del bambino tra 6-12 mesi. Lo sviluppo è qui organizzato in vari aspetti particolareggiati, raccolti in 7 macro-aree. Ciò per permettere alle educatrici una maggior flessibilità d’uso.
Lo scopo di questo articolo, curato dalla dottoressa Milena De Giorgi per la nostra associazione, è aiutare le educatrici nella loro professione, dall’elaborazione del progetto educativo alla programmazione didattica di attività e laboratori, alla quotidianità nei propri asili nido per i bambini di 6-12 mesi. Una serie di esempi di attività ottenute con queste indicazioni sono proposte in  Attività e sviluppo a 6-12 mesi.
Le varie tappe dello sviluppo e le indicazioni sono stati raccolti da molte fonti diverse e riviste dal punto di vista delle educatrici negli asili nido italiani, nell’ottica di creare uno strumento completo e efficace.

Per quanto si sia cercato qui di esporre un insieme completo, molto può essere rimasto fuori dalla nostra analisi. Sulla pagina di Progetto Asilo Nido su Facebook sarà la benvenuta chiunque  volesse proporre aggiunte o discutere alcuni aspetti, in modo da poter rendere queste tabelle sempre più utili per tutte! Per chi volesse ulteriormente approfondire si rimanda ai testi indicati alla fine.

Sviluppo del bambino 6-12 mesi: aree

Per rendere più utile alle educatrici di asilo nido questa tabella, si è scelto di suddividere lo sviluppo del bambino 6-12 mesi in 7 aree distinte e considerate come segue:


Clicca per visualizzare lo sviluppo del bambino 6-12 mesi in dettaglio:

1. Sviluppo motorio globale 6-12 mesi

1. Sviluppo motorio globale 6-12 mesi

Lo sviluppo motorio globale del bambino riguarda la postura e i movimenti grosso-motori (in particolare di gambe e braccia).
Tra 6 e 12 mesi il bambino sviluppa capacità e competenze motorie globali per cui, verso i 12 mesi:

  • Gattona, striscia o si trascina in vario modo da una zona all’altra
  • Passa da un arredo all’altro, si ferma dove desidera e si alza in piedi (inizialmente aggrappandosi a un sostegno o all’educatrice)
  • Prende e tira verso sé (oggetti, cassetti, ecc.)
  • (Da 8-9 mesi) Si siede autonomamente e resta seduto senza aiuto e per lungo tempo
  • (Da 8-9 mesi) Regola la propria postura quando, da seduto, si sporge in avanti per raccogliere un oggetto
  • Sta in piedi, fermo, senza aiuto (seppur per poco tempo)
  • Cammina, con aiuto (una mano dell’educatrice)
  • Allunga il braccio per prendere gli oggetti che gli sono offerti
  • Si gira nella direzione in cui sono riposti oggetti (es. Pannolino durante la routine del cambio) cercando di afferrarli
  • Fa rotolare le palle
  • Lancia oggetti
  • Spariscono gli ultimi riflessi

2. Sviluppo motorio fine 6-12 mesi

2. Sviluppo motorio fine 6-12 mesi

Lo sviluppo motorio fine del bambino riguarda la motricità di mani, polso e dita e la coordinazione oculo-manuale (in particolare la presa).
Lo sviluppo delle funzioni visive come la percezione di profondità e la capacità di seguire in maniera controllata gli oggetti un movimento è pressoché completo (dai 8-9 mesi in poi).
Il bambino compie varie azioni sugli oggetti come toccare, grattare, battere, ecc.;
Tra 6 e 12 mesi il bambino sviluppa capacità e competenze motorie fini per cui, verso i 12 mesi:

  • Presa a pinza (pollice e punta di un altro dito, solitamente l’indice)
  • Si porta gli oggetti alla bocca
  • Da colpi ad un oggetto con l’indice
  • Usa l’indice per indicare (“pointing”)
  • Manipola gli oggetti che ha preso in mano, anche girandoli sotto sopra
  • Passa oggetti da una mano all’altra con sicurezza (già a 9 mesi)
  • Lancia un piccolo oggetto
  • Sbatte due oggetti tra di loro (uno per mano)
  • Mette piccoli oggetti dentro e fuori da un contenitore
  • Sbatte tra di loro due oggetti
  • (Prima dei 9 mesi circa) Non riesce a lasciar andare piano piano un oggetto (lo lascia cadere o lo schiacca a terra)
  • (Dopo i 9 mesi circa) Riesce a lasciar andare piano piano un oggetto
  • (Da 8-9 mesi) Prende e tira un filo per far muovere un giocattolo
  • (Da 12-13 mesi) Raggiunge e afferra un oggetto con un singolo movimento (cioè comincia a chiudere la presa prima di essere arrivato all’oggetto

3. Sviluppo del linguaggio 6-12 mesi

3. Sviluppo del linguaggio 6-12 mesi

Nello sviluppo del linguaggio e della comunicazione 6 e 12 mesi sono indicati aspetti relativi a:

    • Comunicazione con gli altri (verbale e non verbale)
    • Comprensione di quanto è comunicato
    • Consapevolezza del linguaggio scritto

Tra 6 e 12 mesi il bambino sviluppa capacità e competenze relative al linguaggio e alla comunicazione per cui, verso i 12 mesi:

  • (già a 9 mesi) Può correttamente capire da dove proviene una voce (ad esempio, si gira a guardare verso qualcuno che sta parlando sul lato opposto della stanza)
  • (già a 9 mesi) Presta attenzione ai diversi suoni che sente, distinguendoli
  • (già a 9 mesi) Si gira e guarda chi lo chiama per nome
  • (già a 9 mesi) Guarda nella direzione in cui l’educatrice di asilo nido indica con un gesto dicendo “guarda!”
  • (già a 9 mesi) Localizza suoni prodotti al di sopra e al di sotto dell’orecchio
  • Risponde alle voci degli altri e inizia ad interagire quando gli si parla
  • (Dai 8-9 mesi) Le sue vocalizzazioni sono usate intenzionalmente a fini di comunicazione, iniziando anche a comunicare il proprio stato d’animo (a disagio, gioia)
  • Osserva i gesti di chi lo circonda
  • Usa gesti pre-verbali (tipo indicare con un dito)
  • Percepisce unità di discorso sempre più grandi (importante per la comprensione del discorso)
  • (già a 9 mesi) Comunica e risponde con gesti (ad esempio agitando una mano, indicando per far vedere qualcosa; alza le braccia per essere sollevato)
  • (già a 9 mesi) Ricerca l’ attenzione dell’educatrice utilizzando una combinazione di suoni, indicando e gesti
  • Balbetta una serie di suoni e riproduce suoni simili a parole, come se chiacchierasse (anche tra sé e sé)
  • Le vocalizzazioni contengono principalmente vocali e alcune consonanti
  • Imita suoni come lo schioccar di labbra d’un bacio, colpi di tosse, ecc.
  • (Da 8-9 mesi): Dice la sua prima parola comprensibile (solitamente qualcosa a lui familiare e sentita nominare spesso, come “mamma”).
  • (già a 9 mesi) Comprende le parole che sente più spesso, soprattutto se associate ad un gesto (“no”, “ciao”, “su”, ecc.)
  • (già a 9 mesi) Riconosce i nomi di oggetti e persone familiari (“papà”, “telefono”, “auto”, “palla”, ecc.), in particolare i nomi dei membri della propria famiglia; Reagisce (guardandosi attorno) quando l’educatrice li nomina “dov’è la mamma”, “dov’è il papà”
  • Inizia a manifestare consapevolezza del libro e del linguaggio scritto: Guarda con interesse le immagini in un libro, inizia a manipolare strumenti di scrittura e si interessa ai segni lasciati sulla carta
  • Inizia a manifestare attenzione ai libri illustrati

4. Sviluppo socio-emotivo e del senso di Sé 6-12 mesi

4. Sviluppo socio-emotivo e del senso di Sé 6-12 mesi

Nello sviluppo socio-emotivo 6 e 12 mesi sono indicati aspetti relativi a:

    • Attaccamento
    • Senso del sé
    • Comprensione, manifestazione e gestione delle emozioni e dei sentimenti
    • Rapporto con gli altri
    • Rapporto con l’educatrice

Tra 6 e 12 mesi il bambino sviluppa capacità e competenze socio-emotive per cui, verso i 12 mesi:

  • Inizia a sviluppare il concetto di Sé: sviluppa i propri schemi per i bisogni primari; esprime una varietà di emozioni; risponde quando si usa il suo nome
  • Reagisce alla propria immagine allo specchio (sorride, si muove verso lo specchio, “bacia” l’immagine)
  • Le manifestazioni di rabbia aumentano sia in frequenza sia in intensità
  • Le manifestazioni di paura aumentano sia in frequenza sia in intensità
  • Cooperare e intrattenere relazioni sociali: Riconosce e imita azioni ed emozioni altrui (inizio del “riferimento sociale” o “social referencing”)
  • Lascia cadere a terra oggetti in maniera intenzionale e coinvolge nel gioco l’educatrice
  • Inizio della fase 3 dello sviluppo dell’attaccamento secondo il modello di Bowlby (fenomeno della Base Sicura). L’attaccamento verso i caregiver principali (genitori, educatrice di riferimento) è netto e ben individuabile
  • (già a 9 mesi) Apprezza canzoni, canzoncine mimate, rime e filastrocche proposte dall’educatrice (sorride e si emoziona)
  • (già a 9 mesi) Si lascia coinvolgere dall’educatrice e apprezza giochi sociali (come il cucù) e, se l’educatrice si ferma, comunica che vuole giocare di nuovo
  • (già a 9 mesi) È coinvolto facilmente in conversazioni in cui l’educatrice parla e lui balbetta, a turno
  • (dai 8-9 mesi) Dimostra una netta preferenza per le persone della propria famiglia o a lui familiari, e reagisce al ricongiungimento (sorriso, gioia, vocalizzi, ecc.)
  • Apprezza rimanere in vista o a portata d’orecchio di persone a lui familiari.
  • Dimostra affetto verso le persone a lui familiari
  • (dai 8-9 mesi) Dimostra ansia alla separazione dai genitori e dall’educatrice di riferimento o più familiare, e reagisce alla separazione (pianto, respiro trattenuto, rabbia)
  • (dai 8-9 mesi) Dimostra ansia in presenza di persone non conosciute
  • Dimostra disagio o piange se qualcuno è manifesta disagio in sua presenza

5. Benessere fisico e senso di sicurezza 6-12 mesi

5. Benessere fisico e senso di sicurezza 6-12 mesi

Nello sviluppo del benessere fisico e senso di sicurezza 6-12 mesi sono indicati aspetti relativi alle capacità del bambino di provvedere al proprio benessere fisico e alla propria sicurezza.
Tra 6 e 12 mesi il bambino sviluppa tali capacità e competenze per cui, verso i 12 mesi:

  • Il bambino diventa sempre più mobile, ma non ha consapevolezza dei pericoli
  • Beve da un bicchiere, con poco aiuto
  • Si nutre da solo se il cibo è in piccoli pezzi
  • Mastica con il cibo ai lati della bocca
  • Apprezza balbettare con la bocca piena
  • Inizia a cooperare con l’educatrice nel vestirsi (offre un piede, un braccio) oppure resta fermo (seduto o in piedi) mentre l’educatrice lo veste
  • Trova oggetti nascosti (e apprezza farlo): è necessario, da parte dell’educatrice,un attento controllo dell’ambiente in cui il bambino è situato
  • La sbavatura di saliva cessa

6. Sviluppo dell’autonomia 6-12 mesi

6. Sviluppo dell’autonomia 6-12 mesi

Nello sviluppo dell’autonomia 6-12 mesi sono indicati aspetti relativi alle capacità e alle risorse che il bambino può attivare per essere autonomo dal punto di vista sia personale sia sociale.
Tra 6 e 12 mesi il bambino sviluppa tali capacità per cui, verso i 12 mesi:

  • Sviluppa i propri schemi per i bisogni primari
  • Passa da un arredo all’altro, si ferma dove desidera e si alza in piedi
  • (da 8-9 mesi) Tiene in mano un cucchiaio (o cerca di afferrare il cucchiaio tenuto dall’adulto) mentre l’educatrice gli dà da mangiare
  • Tiene il biberon e si nutre da sé (con alimenti di piccole dimensioni)
  • Tiene il cucchiaio e tenta di usarlo (anche se il risultato lascia un po’ a desiderare...)
  • (già a 9 mesi) Grida per attrarre attenzione, poi ascolta se qualcuno arriva, poi grida ancora
  • Prova a completare semplici compiti auto-imposti (vede un giocattolo in un’altra zona e vi si dirige autonomamente)
  • Testa le risposte dell’educatrice di asilo nido alle sue azioni (in particolare durante il pranzo)
  • Testa le risposte dell’educatrice di asilo nido al suo comportamento
  • (Già a 9 mesi) Si tira all’indietro e si irrigidisce per protestare, unendo a ciò vocalizzazioni
  • Mostra specifiche preferenze (per oggetti, storie, persone, pari)
  • Protesta quando gli è tolto l’oggetto con cui stava giocando

7. Sviluppo Cognitivo 6-12 mesi

Nello sviluppo cognitivo 6-12 mesi sono indicati aspetti relativi a:


Clicca per visualizzare gli aspetti dello sviluppo cognitivo 6-12 mesi


{tab title=Attenzione 6-12 mesi}

Attenzione 6-12 mesi

L'attenzione riguarda in particolare gli aspetti dello sviluppo della capacità di fare attenzione e di mantenimento dell’attenzione (concentrazione).
Tra 6 e 12 mesi il bambino sviluppa capacità e competenze relative all’attenzione per cui, verso i 12 mesi:

  • Dirige la sua attenzione o sull’educatrice che lo chiama o sul materiale che questa indica
  • (Da 8-9 mesi) Resta concentrato a guardare una immagine (libro) verbalizzatagli dall’educatrice fino a 1 minuto
  • Segue lo sguardo dell’educatrice (attenzione visiva congiunta)
  • (8-9 mesi) Osserva un gioco non familiare, accessibile ma non offertogli dall’educatrice, prima di afferrarlo
  • (8-9 mesi) Osserva quanto avviene entro 3-4 metri da lui anche per alcuni minuti consecutivi
  • Durante il gioco con l’educatrice, sposta l’attenzione in maniera intenzionale tra il gioco e l’educatrice (attenzione congiunta coordinata)

Esplorazione e gioco 6-12 mesi

Esplorazione e gioco 6-12 mesi

Lo sviluppo connesso all'esplorazione e al gioco riguarda le caratteristiche del gioco e dell’esplorazione, i relativi comportamenti, le capacità e le competenze impiegate dal bambino.

Tra 6 e 12 mesi il bambino sviluppa capacità e competenze relative a esplorazione e gioco per cui, verso i 12 mesi:

  • Tocca più oggetti con la mano per individuare e esplorare
  • Esplora tutto con la bocca, anche se sempre meno
  • Inizia a usare l’educatrice con cui ha sviluppato un attaccamento come base sicura per l’esplorazione
  • Indica o si dirige verso un oggetto, quindi guarda verso l’educatrice per ottenerne una reazione
  • Passa da un arredo all’altro, da una zona all’altra e si ferma dove desidera (gran parte del tempo è ancora passata in situazioni educative circoscritte)
  • (Già a 9 mesi) Trova subito un giocattolo che l’educatrice nasconde (parzialmente) mentre lui osserva. Successivamente trova il giocattolo nascosto completamente.
  • Usa uno stesso oggetto in modi diversi per un periodo di tempo prolungato (ad esempio: prima lo osserva con gli occhi, lo fa cadere per fare rumore, poi lo raccoglie-anche più volte-poi lo mette in un contenitore, poi lo tira fuori e riprende da capo)
  • Definizione attraverso l’uso: dimostra di comprendere l’uso di alcuni oggetti replicandone le azioni connesse (si pssa la spazzola sulla testa)
  • Lascia cadere in maniera intenzionale o lancia e raccoglie oggetti
  • (9 mesi) “Offre” cibo a persone familiari (anchead animali familiari). Tende la mano con un oggetto e lo offre all’educatrice, ma ancora non riesce a passarglielo
  • Cerca un oggetto caduto fuori dalla sua visuale (inizialmente solo con lo sguardo e muovendo la testa), guardando nel posto giusto
  • Apprezza giocare assieme all’educatrice, sfruttando tale gioco per occasioni di attenzione congiunta coordinata
  • Gioca e apprezza il gioco del cucù, “Batti batti le manine”, fa “ciao” con la mano, anche iniziandoli in maniera autonoma
  • Mette gli oggetti dentro o fuori da una scatola, se l’educatrice glielo mostra e lo incentiva a farlo


Sviluppo della memoria 6-12 mesi

Sviluppo della memoria 6-12 mesi

Lo sviluppo della memoria riguarda in particolare gli aspetti relativi alla capacità di rievocazione.
Tra 6 e 12 mesi il bambino sviluppa capacità e competenze relative alla memoria per cui, verso i 12 mesi:

  • Migliora la sua memoria riguardante persone, spazi e ambienti, oggetti e loro dislocazione
  • Mostra di aspettarsi degli avvenimenti che accadono regolarmente (routine)
  • Reagisce alle differenze, ai mutamenti, alle stimolazioni sensoriali diverse

Strategie per la risoluzione dei problemi 6-12 mesi

Strategie per la risoluzione dei problemi 6-12 mesi

Lo sviluppo delle strategie per la risoluzione dei problemi 6-12 mesi riguarda quanto il bambino adotta solitamente per la risoluzione dei compiti che affronta.
Tra 6 e 12 mesi il bambino sviluppa capacità e competenze relative alla risoluzione dei problemi per cui, verso i 12 mesi:

  • Combina tra loro più schemi sensomotori
  • Cerca di recuperare un oggetto cadutogli
  • Sposta un ostacolo per raggiungere l’oggetto che lo interessa

Sviluppo del pensiero matematico 6-12 mesi

Sviluppo del pensiero matematico 6-12 mesi

Lo sviluppo del pensiero matematico riguarda gli aspetti dello sviluppo collegati al pensiero matematico (strutture e relazioni topologiche, classi).
Tra 6 e 12 mesi il bambino sviluppa capacità e competenze relative al pensiero matematico per cui, verso i 12 mesi:

  • Inizia a manifestare comprensione dello spazio, in particolare attraverso l’esplorazione di oggetti posti in esso

Sviluppo del pensiero scientifico 6-12 mesi

Sviluppo del pensiero scientifico 6-12 mesi

Lo sviluppo del pensiero scientifico riguarda gli aspetti dello sviluppo collegati al pensiero scientifico (“metodologie” che il bambino può usare per esplorare e capire il mondo che lo circonda.
Tra 6 e 12 mesi il bambino sviluppa capacità e competenze relative al pensiero scientifico per cui, verso i 12 mesi:

  • Osserva oggetti e azioni per brevi periodi di tempo
  • Aumenta la comprensione delle proprietà degli oggetti
  • Si basa su forma, colore e tessitura per distinguere un oggetto da ciò che lo circonda
  • Aumenta la comprensione delle causalità (ad esempio: lascia cadere e raccoglie oggetti)
  • Inizia a risolvere semplici problemi per analogia

Sviluppo degli approcci all'apprendimento 6-12 mesi

Sviluppo degli approcci all'apprendimento 6-12 mesi

Lo sviluppo degli approcci all'apprendimento riguarda gli aspetti dello sviluppo relativi a come il bambino prende iniziative, si mostra curioso, trova informazioni in ciò che lo circonda.
Tra 6 e 12 mesi il bambino sviluppa approcci all'apprendimento per cui, verso i 12 mesi:

  • Prende iniziative e si mostra curioso (Cerca oggetti, Raccoglie oggetti, Ricorda dove sono conservati oggetti familiari)
  • Esprime intenzionalmente la sua curiosità con comportamenti come agitarsi, mostrare, dare, indicare, tendere verso
  • Inizia a organizza vari stimoli fisici in categorie per lui significative

Sviluppo dell’espressività creativa 6-12 mesi

Sviluppo dell’espressività creativa 6-12 mesi

Lo sviluppo dell’espressività creativa riguarda in particolare gli relativi all’espressività grafico-pittorica, manipolatoria, sonoro-musicale.
Tra 6 e 12 mesi il bambino sviluppa capacità e competenze relative all’espressività creativa per cui, verso i 12 mesi:

  • Reagisce alla musica con movimenti del corpo (danza)
  • Apprezza oggetti sonoro-musicali, che usa con azioni corrette per creare il suono
  • Passa uno strumento di scrittura/disegno da una mano all’altra, e da dei colpi



Inoltre, tra 6 e 12 mesi il bambino sviluppa capacità e competenze cognitive per cui, verso i 12 mesi:

  • Riproduce suoni delle persone familiari
  • Riproduce azioni delle persone familiari con la “imitazione differita” (usa un oggetto come farebbe un adulto)
  • (già a 9 mesi) Capisce semplici istruzioni, in particolare se collegate a gesti (“vieni su” prima di alzarlo: il bambino si prepara a essere preso e alzato)
  • Prova a completare semplici compiti assegnati dall’educatrice(si dirige verso il giocattolo mostrato dall’educatrice, con “Dai, vieni a giocare”, “Dammelo”, ecc.)
  • Trova oggetti nascosti (e apprezza farlo)
  • (da 8-9 mesi) Cerca e attende che il familiare scomparso dal suo campo percettivo ricompaia là dove lo ha visto scomparire

Testi di approfondimento

Berti A.E, Bombi A.S., Psicologia del bambino (1985); ed. Il Mulino; Bologna
Camaioni L., La prima infanzia (1993); ed. Il Mulino; Bologna
Hopkins B., Barr R. G., Michel G. F., Rochat P. (eds), The Cambridge Encyclopedia of Child Development (2005); Cambridge University Press, New York
Sheridan M.D. (Revised and updated by Sharma A. & Cockerill H.), From birth to five years (2008); Routledge; London

Articoli collegati

“Sviluppo del bambino 6-12 mesi” fa parte di un ciclo di 6 articoli, dedicati alle educatrici di asilo nido, che copre l’arco temporale dei bambini solitamente presenti negli asili nido italiani. Gli altri articoli sono:
Sviluppo del bambino 3-6 mesi
Sviluppo del bambino 12-18 mesi
Sviluppo del bambino 18-24 mesi
Sviluppo del bambino 24-30 mesi
Sviluppo del bambino 30-36 mesi
Un esempio di uso di questo articolo per la creazione di attività in asilo nido è in  Attività e sviluppo a 6-12 mesi.

Per alcune domande con risposte, utili a fini di autoapprendimento, vedi “Sviluppo 6-12 mesi-Autoapprendimento”.

Conclusioni-Sviluppo del bambino 6-12 mesi

In questo articolo sono raccolte, ad uso delle educatrici di asilo nido, un gran numero di indicazioni sullo sviluppo del bambino tra 6-12 mesi, raccolte da varie fonti e riviste dal punto di vista delle educatrici. Lo sviluppo è qui organizzato in vari aspetti particolareggiati, raccolti in 7 macro-aree: 1) Sviluppo motorio globale; 2) Sviluppo motorio fine; 3) Sviluppo cognitivo nei suoi vari aspetti; 4) Sviluppo del linguaggio; 5) Sviluppo socio-emotivo e del senso di Sé; 6) Benessere fisico e senso di sicurezza; 7) Autonomia. In particolare, lo sviluppo cognitivo è presentato, per i bambini di 6-12 mesi, nei seguenti aspetti: Attenzione, Esplorazione e gioco, Memoria, Strategie per la risoluzione dei problemi, Sviluppo del pensiero matematico, Sviluppo del pensiero scientifico, Sviluppo degli approcci all'apprendimento, Sviluppo dell’espressività creativa. Lo scopo di questo articolo è aiutare le educatrici nella loro professione, dall’elaborazione del progetto educativo alla programmazione didattica di attività e laboratori alla quotidianità nei propri asili nido per i bambini di 6-12 mesi.


Progetto Asilo Nido & Social