In Progetto Asilo Nido ora: 66

Benvenute in Progetto Asilo Nido


Il sito delle educatrici per condividere e confrontarsi sull'universo degli asili nido!

Contenuti di Progetto Asilo Nido

Sviluppo del bambino 30-36 mesi

Sviluppo del bambino 30-36 mesi

In questo articolo sono raccolte, ad uso delle educatrici di asilo nido, un gran numero di indicazioni sullo sviluppo del bambino tra 30-36 mesi. Lo sviluppo è qui organizzato in vari aspetti particolareggiati, raccolti in 7 macro-aree. Ciò per permettere alle educatrici una maggior flessibilità d’uso. Lo scopo di questo articolo, redatto dalla dottoressa Milena De Giorgi, è aiutare le educatrici nella loro professione, dall’elaborazione del progetto educativo alla programmazione didattica di attività e laboratori alla quotidianità nei propri asili nido per i bambini di 30-36 mesi. Una serie di esempi di attività ottenute con queste indicazioni sono proposte in  Attività e sviluppo a 30-36 mesi.
Le varie tappe dello sviluppo e le indicazioni sono stati raccolti da molte fonti diverse e riviste dal punto di vista delle educatrici negli asili nido italiani, nell’ottica di creare uno strumento completo e efficace.

Per quanto si sia cercato qui di esporre un insieme completo, molto può essere rimasto fuori dalla nostra analisi. Sulla pagina di Progetto asilo nido su Facebook sarà la benvenuta chiunque  volesse proporre aggiunte o discutere alcuni aspetti, in modo da poter rendere queste tabelle sempre più utili per tutte! Per chi volesse ulteriormente approfondire si rimanda ai testi indicati alla fine.

Sviluppo del bambino 30-36 mesi: aree

Per rendere più utile alle educatrici di asilo nido questa tabella, si è scelto di suddividere lo sviluppo del bambino 30-36 mesi in 7 aree distinte e considerate come segue:


Clicca per visualizzare lo sviluppo del bambino 30-36 mesi in dettaglio:

1. Sviluppo motorio globale 30-36 mesi

1. Sviluppo motorio globale 30-36 mesi

Lo sviluppo motorio globale del bambino riguarda la postura e i movimenti grosso-motori (in particolare di gambe e braccia).

Tra 30-36 mesi il bambino sviluppa capacità e competenze motorie globali per cui, verso i 36 mesi:

  • Sa sedere a gambe incrociate
  • Discende le scale ancora a 2 piedi per scalino, e solitamente salta dall’ultimo scalino a piedi pari
  • Si arrampica agilmente
  • Pedala quando usa il triciclo
  • Riesce a girare attorno a ostacoli e angoli sia quando corre, sia quando pedala sia quando spinge o tira oggetti ingombranti (scatoloni)
  • Lancia una palla da sopra la testa
  • Prova a prendere i palloni con le mani o a fermarli con i piedi, per poi calciarli con forza
  • Sincronizza sempre meglio i propri movimenti con quelli degli altri (nel girotondo
  • Mantiene il cerchio; nel trenino mantiene la fila; ballando segue l’educatrice prontamente, ecc.)

2. Sviluppo motorio fine 30-36 mesi

2. Sviluppo motorio fine 30-36 mesi

Lo sviluppo motorio fine del bambino riguarda la motricità di mani, polso e dita e la coordinazione oculo-manuale (in particolare la presa).

Tra 30-36 mesi il bambino sviluppa capacità e competenze motorie fini per cui, verso i 36 mesi:

  • Tiene bene in mano un pennarello o una penna
  • Tiene un bicchiere con una sola mano
  • Piega un foglio (se gli si mostra come fare)
  • Costruisce torri di 9 o più blocchi
  • (dopo i 42 mesi) Riesce a costruire “ponti” di 3 blocchi, osservandone uno, usando 2 mani contemporaneamente
  • Infila perline su un laccio da scarpe
  • Riesce a usare forbici giocattolo

3. Sviluppo del linguaggio 30-36 mesi

3. Sviluppo del linguaggio 30-36 mesi

Nello sviluppo del linguaggio e della comunicazione 30 e 36 mesi sono indicati aspetti relativi a:

  • Comunicazione con gli altri (verbale e non verbale)
  • Comprensione di quanto è comunicato
  • Consapevolezza del linguaggio scritto
  • Prime produzioni di linguaggio scritto

Tra 30 e 36 mesi il bambino sviluppa capacità e competenze relative al linguaggio e alla comunicazione per cui, verso i 36 mesi:

  • Capisce un linguaggio parlato più complesso, con parole multisillabiche
  • Utilizza frasi compiute, di tre o più parole, sintatticamente corrette, seppur con inesattezze
  • Inizia a modulare il volume e la tonalità
  • Apprezza e ripete le parole nuove
  • Racconta parti di storia
  • Ancora parla tra sé e sé, in particolare durante il gioco simbolico
  • Riesce a parlare sia del presente sia di esperienze passate recenti
  • Comprende concetti descrittivi e attributi come “caldo”, “uguale”, ecc.
  • Tenta di comunicare con scarabocchi
  • Comincia a riconoscere le lettere dell'alfabeto del proprio nome
  • Apprezza ripetere semplici rime (canzoncine, filastrocche)
  • Apprezza sempre più “leggere” autonomamente i libri

4. Sviluppo socio-emotivo e del senso di Sé 30-36 mesi

4. Sviluppo socio-emotivo e del senso di Sé 30-36 mesi

Nello sviluppo socio-emotivo 30-36 mesi sono indicati aspetti relativi a:

  • Attaccamento
  • Senso del sé
  • Comprensione, manifestazione e gestione delle emozioni e dei sentimenti
  • Rapporto con gli altri
  • Rapporto con l’educatrice

Tra 30 e 36 mesi il bambino sviluppa capacità e competenze socio-emotive per cui, verso i 36 mesi:

  • Avvia autonomamente conversazioni con l’educatrice e fa richieste
  • Manifesta il bisogno di raccontare
  • Usa abitualmente parole descrittive per sentimenti e emozioni
  • Comincia a capire e a comportarsi secondo le aspettative altrui
  • Comincia a usare la cooperazione in situazioni di gruppo
  • Usa le parole per avviare una interazione con un compagno
  • Limita (o modifica) i propri bisogni in rapporto a quelli dei compagni con cui interagisce o vuole interagire (propone e accetta scambi, condivide oggetti, accetta turni e semplici “regole” di gioco)
  • Ricorda al compagno il rispetto delle regole
  • Inizia a comprendere che si può posticipare nel futuro l’ottenimento di qualcosa
  • Comprende e usa “io”, “tu”, “lui”, “lei”, “noi”, “loro”
  • Comprende e usa “tuo”, “tua”, “suo”, “sua”
  • Comincia a usare termini per i ruoli della famiglia come “Mamma”, “Papà”, “Fratello”, “Sorella”, ecc.
  • Prende parte ad attività di gruppo per breve tempo (giochi in cerchio, canzoncine mimate, narrazioni). Nota: il periodo è solitamente molto breve (meno di 10 minuti), e il gruppo non deve essere troppo numeroso (8-10 bambini al massimo)
  • Conosce sia il proprio nome sia il cognome
  • Parla dei propri stati e azioni mentali, come “ricordare”, “pensare”
  • Cerca intenzionalmente di far ridere qualcuno
  • Dimostra vergogna se visto mentre commette qualcosa di sbagliato
  • Manifesta alcune capacità di autocontrollo (alla vista dell’educatrice, e prima del suo intervento, interrompe azioni “sbagliate”)
  • Meno oppositivo dei semestri precedenti
  • Apprezza aiutare l’educatrice nell’allestimento di attività, e i genitori in attività come fare la spesa, pulire la casa, ecc.
  • Continua a pensare che tutto sia centrato su lui e le sue azioni (“egocentrismo”)
  • Dimostra affetto verso i fratelli minori

5. Benessere fisico e senso di sicurezza 30-36 mesi

5. Benessere fisico e senso di sicurezza 30-36 mesi

Nello sviluppo del benessere fisico e senso di sicurezza 30-36 mesi sono indicati aspetti relativi alle capacità del bambino di provvedere al proprio benessere fisico e alla propria sicurezza.

Tra 30 e 36 mesi il bambino sviluppa tali capacità e competenze per cui, verso i 36 mesi:

  • Comincia a capire che stare con un adulto offre sicurezza in situazioni sconosciute
  • Ha raggiunto un controllo sfinterico pressoché completo (solitamente)
  • Si nutre da solo, con cucchiaio e forchetta (anche se sporca un po’ in giro...)
  • Si lava le mani, con controllo e incoraggiamento da parte dell’educatrice per asciugarle
  • Si mette le scarpe (ma non sa allacciarle)
  • Si veste e si spoglia, con poco aiuto
  • Si tira su i pantaloni dopo essere andato in bagno
  • Apre le porte da solo
  • Sviluppa il gusto per il cibo nutriente e identifica chiaramente il cibo da ciò che non lo è

6. Sviluppo dell’autonomia 30-36 mesi

6. Sviluppo dell’autonomia 30-36 mesi

Nello sviluppo dell’autonomia 30-36 mesi sono indicati aspetti relativi alle capacità e alle risorse che il bambino può attivare per essere autonomo dal punto di vista sia personale, sia sociale.

Tra 30 e 36 mesi il bambino sviluppa tali capacità per cui, verso i 36 mesi:

  • Conosce e dice il proprio nome, il cognome, l’età, il sesso
  • Inizia a riconoscere i propri limiti (chiede aiuto)
  • Quando gioca da solo, preferisce farlo lontano da altri bambini
  • Inizia a mantenere pulito lo spazio che lo circonda

7. Sviluppo Cognitivo 30-36 mesi

Nello sviluppo cognitivo 30-36 mesi sono indicati aspetti relativi a:


Clicca per visualizzare gli aspetti dello sviluppo cognitivo 30-36 mesi

Attenzione 30-36 mesi

Attenzione 30-36 mesi

L'attenzione riguarda in particolare gli aspetti dello sviluppo della capacità di fare attenzione e di mantenimento dell’attenzione (concentrazione).
La capacità di attenzione del bambino migliora nel tempo, divenendo sempre più efficiente e flessibile

Tra 30-36 mesi il bambino sviluppa capacità e competenze relative all’attenzione per cui, verso i 36 mesi:

  • Fa corrispondere un oggetto in un disegno, foto o filmato all’oggetto che ha in mano
  • Identifica oggetti tramite la loro funzione (“Con cosa ti vuoi pettinare?”)

Esplorazione e gioco 30-36 mesi

Esplorazione e gioco 30-36 mesi

Lo sviluppo connesso all'esplorazione e al gioco riguarda le caratteristiche del gioco e dell’esplorazione, i relativi comportamenti, le capacità e le competenze impiegate dal bambino.

Tra 30-36 mesi il bambino sviluppa capacità e competenze relative a esplorazione e gioco per cui, verso i 36 mesi:

  • Fa gioco simbolico con sostituzione dell’oggetto (il blocco blu è l’auto della mamma, quello bianco è quella del nonno). Inventa anche persone
  • Fa gioco drammatico, con ruoli assegnati da lui
  • Gioca spontaneamente in gruppo con 2-3 bambini, pur manifestando una forte preferenza per un compagno “fisso”
  • Apprezza imitare azioni complesse degli adulti (tipo stirare, lavare i piatti) e aiuta l’educatrice in semplici situazioni

Sviluppo della memoria 30-36 mesi

Sviluppo della memoria 30-36 mesi

Lo sviluppo della memoria riguarda in particolare gli aspetti relativi alla capacità di rievocazione.

Tra 30-36 mesi il bambino sviluppa capacità e competenze relative alla memoria per cui, verso i 36 mesi:

  • Sa a chi appartengono le cose che vede
  • Ricorda gli avvenimenti accaduti il giorno prima (inizio della memoria autobiografica)

Strategie per la risoluzione dei problemi 30-36 mesi

Strategie per la risoluzione dei problemi 30-36 mesi

Lo sviluppo delle strategie per la risoluzione dei problemi 30-36 mesi riguarda quanto il bambino adotta solitamente per la risoluzione dei compiti che affronta.

Tra 30-36 mesi il bambino sviluppa strategie per la risoluzione dei problemi per cui,verso i 36 mesi:

  • Inizia a comprendere e usare similitudini basate su più attributi e funzioni: uso del “è come..”. Ad esempio, un bambino di 33 mesi, osservando fiocchi di neve cadere, esclama: “non è la pioggia,ma è come la pioggia”.

Sviluppo del pensiero matematico 30-36 mesi

Sviluppo del pensiero matematico 30-36 mesi

Lo sviluppo del pensiero matematico riguarda gli aspetti dello sviluppo collegati al pensiero matematico (strutture e relazioni topologiche, classi).

Tra 30-36 mesi il bambino sviluppa capacità e competenze relative allo sviluppo del pensiero matematico per cui, verso i 36 mesi:

  • Manifesta una sempre maggior comprensione dello spazio, delle forme geometriche e dei rapporti tra gli oggetti (numeri)
  • (da 33 mesi) Riconosce l’orientamento e fa corrispondere forme orientate nel verso corretto
  • Comprende in maniera evidente le proprie dimensioni, movimenti e traiettorie in rapporto agli elementi dello spazio
  • Comprende e usa concetti di posizionamento relativo, come “dentro”, “fuori”, “sopra”, “sotto”
  • Comprende e usa concetti di quantità semplice, come “un poco”, “molto”, “più”
  • Comprende e usa concetti di tempo come “ora”, “dopo”, “presto”
  • Conosce alcuni numeri e conta ad alta voce (conteggio meccanico, non necessariamente in ordine)
  • Capisce il concetto di “uno”
  • Capisce il concetto di “due”
  • Classifica gli oggetti con funzione simile (piatto e posate, necessarie per mangiare)
  • Completa puzzles di 3 o 4 pezzi

Sviluppo del pensiero scientifico 30-36 mesi

Sviluppo del pensiero scientifico 30-36 mesi

Lo sviluppo del pensiero scientifico riguarda gli aspetti dello sviluppo collegati al pensiero scientifico (“metodologie” che il bambino può usare per esplorare e capire il mondo che lo circonda.

Tra 30-36 mesi il bambino sviluppa capacità e competenze relative al pensiero scientifico per cui, verso i 36 mesi:

  • Crea un piano per svolgere compiti semplici o risolvere i problemi

Sviluppo degli approcci all'apprendimento 30-36 mesi

Sviluppo degli approcci all'apprendimento 30-36 mesi

Lo sviluppo degli approcci all'apprendimento riguarda gli aspetti dello sviluppo relativi a come il bambino prende iniziative, si mostra curioso, trova informazioni in ciò che lo circonda.

Tra 30-36 mesi il bambino sviluppa approcci all'apprendimento per cui, verso i 36 mesi:

  • Fa domande semplici per avere spiegazioni
  • Si mostra soddisfatto quando porta a termine un progetto
  • Partecipa a una varietà di compiti, completa le attività ed esprime curiosità per nuove attività

Sviluppo dell’espressività creativa 30-36 mesi

Sviluppo dell’espressività creativa 30-36 mesi

Lo sviluppo dell’espressività creativa riguarda in particolare gli relativi all’espressività grafico-pittorica, manipolatoria, sonoro-musicale.

Tra 30 e 36 mesi il bambino sviluppa capacità e competenze relative all’espressività creativa per cui, verso i 36 mesi:

  • Partecipa attivamente e con soddisfazione alle attività sonoro-musicali
  • Partecipa attivamente e con soddisfazione alle attività grafico-espressive
  • Riesce a copiare cerchi, “V”, “H”, “T”, croci
  • Riesce a disegnare persone con la testa (senza collo: il cosidetto “omino con testona”)  e 1-2 altre parti
  • Riconosce e colora riquadri in 2-3 colori primari (di solito rosso e giallo, può ancora confondere il blu e il verde). Solitamente può usare i nomi dei colori
  • Solitamente riempie tutto il foglio con immagini a cui da un nome (durante o dopo averle disegnate)
  • Partecipa attivamente e con soddisfazione alle attività manipolatorie e modellatorie


Inoltre tra 30 e 36 mesi il bambino sviluppa capacità e competenze cognitive per cui, verso i 36 mesi:

  • Segue indicazioni anche articolate in 3-4 parti (“Prendi la palla rossa, poi mettiti le scarpe e poi andiamo a giocare in giardino”)
  • Ride quando gli si propongono idee assurde (“mangiare il bicchiere”)

Testi di approfondimento

Berti A.E, Bombi A.S., Psicologia del bambino (1985); ed. Il Mulino; Bologna
Camaioni L., La prima infanzia (1993); ed. Il Mulino; Bologna
Hopkins B., Barr R. G., Michel G. F., Rochat P. (eds), The Cambridge Encyclopedia of Child Development (2005); Cambridge University Press, New York
Sheridan M.D. (Revised and updated by Sharma A. & Cockerill H.), From birth to five years (2008); Routledge; London

Articoli collegati

“Sviluppo del bambino 30-36 mesi” fa parte di un ciclo di 6 articoli, dedicati alle educatrici di asilo nido, che copre l’arco temporale dei bambini solitamente presenti negli asili nido italiani. Gli altri articoli sono:
Sviluppo del bambino 3-6 mesi
Sviluppo del bambino 6-12 mesi
Sviluppo del bambino 12-18 mesi
Sviluppo del bambino 18-24 mesi
Sviluppo del bambino 24-30 mesi
Un esempio di uso di questo articolo per la creazione di attività in asilo nido è in  Attività e sviluppo a 30-36 mesi.

Conclusioni-Sviluppo del bambino 30-36 mesi

In questo articolo sono raccolte, ad uso delle educatrici di asilo nido, un gran numero di indicazioni sullo sviluppo del bambino tra 30-36 mesi, raccolte da varie fonti e riviste dal punto di vista delle educatrici. Lo sviluppo è qui organizzato in vari aspetti particolareggiati, raccolti in 7 macro-aree: 1) Sviluppo motorio globale; 2) Sviluppo motorio fine; 3) Sviluppo cognitivo nei suoi vari aspetti; 4) Sviluppo del linguaggio; 5) Sviluppo socio-emotivo e del senso di Sé; 6) Benessere fisico e senso di sicurezza; 7) Autonomia. In particolare, lo sviluppo cognitivo è presentato, per i bambini di 3 – 6 mesi, nei seguenti aspetti: Attenzione, Esplorazione e gioco, Memoria, Strategie per la risoluzione dei problemi, Sviluppo del pensiero matematico, Sviluppo del pensiero scientifico, Sviluppo degli approcci all'apprendimento, Sviluppo dell’espressività creativa. Lo scopo di questo articolo è aiutare le educatrici nella loro professione, dall’elaborazione del progetto educativo alla programmazione didattica di attività e laboratori alla quotidianità nei propri asili nido per i bambini di 30-36 mesi.


Progetto Asilo Nido & Social