In Progetto Asilo Nido ora: 43

Benvenute in Progetto Asilo Nido


Il sito delle educatrici per condividere e confrontarsi sull'universo degli asili nido!

Contenuti di Progetto Asilo Nido

Grandi libri

Grandi libri

In questo articolo vedremo come le educatrici di asilo nido possono costruire in maniera facile alcuni libri di grandi dimensioni, strumenti educativi da utilizzare in attività di lettura e narrazione o lasciandoli a disposizione nell’angolo della biblioteca. Inoltre, i Grandi libri possono essere creati in maniera funzionale al progetto educativo delle educatrici.
Questo gioco nasce da osservazioni di attività di narrazioni con bambini d’asilo nido di varie età e di cosa sarebbe stato necessario per migliorarle. Ideato e creato dal dr. Virginio Fornea (2009) per Progetto Asilo Nido.

Nota iniziale sui diritti d’autore. Il seguente articolo illustra una possibilità rivolta ad esclusivo uso personale e non a fini di lucro di utilizzo di materiale eventualmente coperto da diritti d’autore (libri per bambini).

Grandi libri - descrizione educativa

La descrizione educativa dei grandi libri riguarda la promozione di:

  • sviluppo del linguaggio
  • sviluppo della consapevolezza del linguaggio scritto e della stampa (libri)
  • creazione e sfruttamento di momenti di attenzione congiunta con il bambino
  • incremento delle possibilità di verbalizzazioni
  • incremento delle possibilità di interazioni verbali bambino-educatrice e bambino-bambino
  • incremento delle possibilità di interazioni verbali bambino-bambino

I Grandi libri, proposti in attività specifiche, permettono all’educatrice di asilo nido di promuovere e facilitare tali sviluppi in maniera semplice, economica e educativamente efficace con il piccolo gruppo. Infatti, i Grandi libri permettono alle educatrici di asilo nido di leggere un libro con più di un bambino alla volta, aumentando nel frattempo le possibilità di interazione tra lei, i bambini e il libro.

Età consigliata: dai 18 mesi in poi.
Proponibile a: singolo bambino, piccolo gruppo.
Setting: a scelta dell’educatrice.

Grandi libri - costruzione

Vediamo ora i dettagli di costruzione dei Grandi libri:


Materiale

Materiale per i Grandi libri

  • Buste raccoglifogli trasparenti formato A3
  • Cartone robusto (due fogli formato A3)
  • Libri con immagini e storie da fotocopiare (vedi dopo per la scelta delle pagine)
  • Fotocopiatrice

In alternativa ai libri:

    • immagini di libero utilizzo reperite in Internet, stampate a colori alla grandezza voluta.

Procedimento di costruzione

Procedimento di costruzione dei Grandi libri

Scelte le pagine che costituiranno il proprio grande libro, le educatrici possono fotocopiarle o stamparle a colori in formato A3. È importante, ai fini della salvaguardia dei diritti d’autore, fotocopiare contenuto in misura non superiore al 10% del totale del libro. Importante: la parte utile del libro è principalmente l’immagine (vedi “Scelta delle pagine” dopo).
Nel caso non sia possibile stampare le immagini in formato A3, l’educatrice può stamparle su un usuale foglio, poi ritagliarle e incollarle come serve su un foglio A3 bianco. Il foglio bianco è consigliabile nel caso di Grandi libri rivolti a bambini sotto i 15 mesi, per i quali è fondamentale che l’immagine scelta (il personaggio, l’oggetto) si stagli chiaramente sulla pagina.

Per aumentare la durata di queste nuove pagine ingrandite, le educatrici possono rivestirle con pellicola a caldo.
Si inseriscono quindi le pagine in buste raccoglifogli (solitamente 1 per busta).
Le copertine possono essere realizzate con cartone robusto, che può essere decorato dai bambini in un’attività grafico-espressiva (vedi anche Variante per la famiglia dopo).

Con un po’ di spago si rilega il tutto, avendo l’accortezza di farlo passare nei fori delle buste raccoglifogli e bucando i cartoncini di copertina.

Nota. Si può evitare di rilegare il grande libro se costituito da immagini plastificate e numerate in sequenza. In tal caso, si tratta di un libro a schede, che l’educatrice di asilo nido propone seguendo l’ordine numerato, ma può essere usato in modo libero dai bambini se lasciato a disposizione.

Scelta delle pagine

Scelta delle pagine per i Grandi libri

Per i bambini sotto i 15 mesi, non è necessario che le pagine riguardino uno stesso personaggio o lo stesso libro. Quello che è importante è che siano significative, cioè esplicitino ognuna una mini-storia (solitamente un’azione tra il personaggio principale e un oggetto o un altro carattere).
Per i bambini sopra i 15 mesi, è importante che il personaggio principale della storia sia sempre identico a sé stesso. Si può anche utilizzare la stessa immagine, sovrapponendola agli oggetti che caratterizzano la storia così come raccontata in asilo nido da ciascuna educatrice ai bambini.

Importante: la parte utile del libro originario è principalmente l’immagine. È consigliabile che il testo sia riscritto, o creato ex novo, da ciascuna educatrice per fissare i punti che saranno raccontati in asilo nido ai relativi bambini, solitamente evidenziando quanto si vede esplicitamente nelle immagini.
La scelta delle pagine può essere progettata secondo obiettivi educativi specifici.
Ad esempio, se l’asilo nido utilizza un particolare personaggio come sfondo integratore, le educatrici possono progettare un libro le cui pagine illustrano la storia di questo personaggio che interagisce con animali, persone, ecc. Avranno cura di individuare le azioni e le interazioni che vogliono leggere ai bambini; poi, dopo la fotocopiatura, possono incollarvi il personaggio in maniera che sia parte integrante dell’immagine. Infine possono incollarvi le parole da leggere che avranno pensato per i bambini (scritte con un programma di videoscrittura e stampate a parte).
Un esempio interessante è un libro che illustra la canzone di Gigetta e il suo libro.

Varianti

Variante dei Grandi libri per la famiglia

Una copia del libro preferito da ciascun bambino può essere consegnata alla famiglia. È consigliabile che la copertina di questo libro individuale sia creata da ciascun bambino in un’attività grafico-espressiva, per contribuire a farlo sentire proprio. Un’idea consiste nell’incollare alle copertine delle immagini in bianco e nero (o meglio ancora: solo i profili) su cui il bambino potrà colorare e scarabocchiare. L’uso di tali immagini permette di riconoscere il contenuto del libro sia ai bambini sia agli adulti.

Riflessioni

Riflessioni dal Progetto Asilo Nido

Data l’estrema semplicità e la velocità di costruzione, si possono:

  • Creare un numero sufficiente di copie di Grandi libri che si è osservato essere molto apprezzati da più bambini
  • Personalizzare e caratterizzare i Grandi libri secondo i molteplici obiettivi educativi previsti dall’educatrice
  • Usare i Grandi libri inserendone l’uso in svariate attività trasversali o laboratori
  • Modificare un Grande libro già proposto in base ai feedback inviati dai bambini
  • Ricreare in maniera economica un Grande libro rovinato


Per la raccolta del materiale, le educatrici possono coinvolgere le famiglie dei bambini. Si noti che i costi per la costruzione di un Grande libro sono in sostanza nulli.

Grandi libri - proposta

L’educatrice di asilo nido può proporre il grande libro ad un piccolo gruppo di bambini, facendoli sedere vicino a lei ed iniziando a “leggere” le figure, descrivendole e lasciando che i bambini le tocchino e le verbalizzino, creando momenti d’attenzione congiunta con loro e sfruttandoli quindi con verbalizzazioni mirate.

Grandi libri - articoli collegati

Per un esempio di canzone illustrata con grandi libri: Gigetta e il suo libro.
Per alcune riflessioni sull'importanza della lettura come relazione tra educatrice e bambino, vedi Lettura al nido.
Per un’analisi della fascia d’età qui considerate, vedi:

Grandi libri - misure di sicurezza

Dal punto di vista delle misure di sicurezza, per i Grandi libri non vi sono particolari precauzioni che l’educatrice deve prendere. Per quanto riguarda inoltre la manutenzione, l’educatrice di asilo nido può facilmente sostituire l’intero Grande libro o parte di esso, data l’economicità del materiale e la velocità di assemblamento.


Progetto Asilo Nido & Social