In Progetto Asilo Nido ora: 30

Benvenute in Progetto Asilo Nido


Il sito delle educatrici per condividere e confrontarsi sull'universo degli asili nido!

Contenuti di Progetto Asilo Nido

Leprotto leprottino

Leprotto leprottino

Leprotto leprottino è una breve canzone rivolta al grande gruppo e proponibile dall’educatrice di asilo nido nei momenti di passaggio da una situazione ad un’altra. Leprotto leprottino è utile, infatti, a modificare (rallentare) il ritmo dei bambini e (tramite l’eventuale allungamento della canzone) permettere l’allestimento del setting delle successive attività, la pulizia o altro. Ad esempio: prima dell’uscita in giardino, la fine della merenda e l’inizio delle attività. L’educatrice partecipa ai movimenti e accompagna, incoraggia e rinforza verbalmente le azioni dei bambini.

Leprotto leprottino- Proposta educativa

Gli aspetti educativi che caratterizzano la proposta di Leprotto leprottino sono:

    • Stimolazione dello sviluppo motorio globale
    • Sviluppo socio-emotivo (imitazione, divertimento in grande gruppo)

Sebbene apparentemente per la proposta di Leprotto leprottino i bambini debbano essere in grado di capire le istruzioni assegnate dall’educatrice, in realtà questa canzone è apprezzata già dai 18 mesi grazie alla continua interazione con l’educatrice e all’imitazione dei pari e dell’educatrice stessa.

Leprotto leprottino si caratterizza per essere un insieme di strofe cantate e di interazioni verbali con i singoli bambini.
Tale caratteristica permette all’educatrice di:

    • Individualizzare per ciascun bambino l’attività, in maniera semplice e naturale
    • Allungare o accorciare la durata della canzone
    • Inserire ulteriori elementi motori, adeguando Leprotto leprottino allo sviluppo dei bambini
    • Inserire elementi simbolici, rendendo Leprotto leprottino più stimolante per i bambini


In sintesi, l’educatrice crea una aspettativa di movimento all’interno di una atmosfera prima tranquilla e rilassante, poi fa esprimere tale movimento in un clima dinamico e divertente.

Età: Leprotto leprottino è apprezzata già a partire dai 18 mesi (grazie alla imitazione delle componenti motorie in gruppo); molto apprezzata dopo i 24 mesi sia perché si basa su movimenti di salto, sia perché ha caratteristiche simboliche.
Proponibile a: grande gruppo.
Momento di proposta consigliato: a scelta dell’educatrice, è molto utile tra la fine della merenda e l’inizio delle attività o prima dell’uscita in giardino.
Setting consigliato: spazio ampio e sgombro da giocattoli.

Vediamo ora Leprotto leprottino in dettaglio:


 Modalità

Leprotto leprottino - Modalità di proposta

L’educatrice di asilo nido invita i bambini in grande gruppo a stendersi a terra, fingendo di essere i leprottini che fanno la nanna. Questo è l’inizio della canzone e lo stimolo d’avvio dell’attività.
L’educatrice inizia poi la canzone, con le eventuali strofe “personalizzate” che ritiene utile inserire.
Alla fine, l’educatrice crea una aspettativa di movimento (finisce la notte e i leprottini si svegliano), e poi da l’avvio a una serie di salti dei bambini con la frase conclusiva della canzone.
Importante. Quello che abbiamo osservato è che la canzone non deve ritardare molto nel cambio di ritmo/posizione, perché i bambini si aspettano di saltare!

 Testo

Leprotto leprottino - Testo

[L’educatrice verbalizza l’inizio dell’attività, poi inizia a cantare:]

Leprotto leprottino - che fai tu che fai tu
dormi o sei sveglio - perché non salti più? (2 volte)

Ora l’educatrice introduce le parti dialogate, ad esempio descrivendo la notte e il sonno dei leprottini. Ciò può essere fatto sia parlando normalmente, sia cantando e rispettando il ritmo della canzone. Sono possibili eventuali altre strofe con azioni varie, tipo “chiudi gli occhi”, “fai la nanna”, “e come fanno i leprottini la nanna? Russano?” “sogna”, “ora apri gli occhi”, “I leprottini vogliono il ciuccio”, ecc.

L’educatrice dovrebbe sfruttare quello che i bambini stanno facendo (ad esempio, cantare di chiudere gli occhi perché molti li hanno aperti, oppure rivolgersi direttamente a un bambino con frasi tipo “Dai A., adesso i leprottini stanno facendo la nanna, dormi anche tu”, ecc.
In questa parte, l’educatrice può inserire azioni e frasi dal valore simbolico, per bambini grandi, come “Adesso chiudo le tende, perché i leprottini fanno la nanna”, ecc.
Indicativamente, l’educatrice può dire 2-3 frasi individualizzate, evitando di prolungarsi per più di un minuto e mezzo.

Quando l’educatrice introduce il ritornello, dicendo che la notte è finita, i leprottini hanno fatto la nanna e si svegliano, ad esempio con:

Poi spunta il sole – cantano gli uccellini
Si svegliano i leprottini e uno due tre...


Passa al ritornello seguente e batte le mani:

E salta leprottino - uno due tre
Salta leprottino - e vieni da me!!


Qui i bambini si alzano e iniziano a saltare con gran divertimento. È consigliabile che l’educatrice salti con loro.

Importante: concludere con “Bravi!” e battendo le mani.

Movimenti

Leprotto leprottino - Movimenti accompagnatori

Asseconda di quanto verbalizzato, l’educatrice può associare dei movimenti per sottolineare l’azione dei leprottini e per scandire i vari passaggi della canzone. Ad esempio: appoggia la testa sulla mano per “dormono i leprottini”, sbadiglia, fa finta di chiudere delle tende, ecc.

É molto apprezzato dai bambini che l’educatrice, alla fine, salti con loro.

 Varianti

Leprotto leprottino - Varianti

Le varianti si basano sull’introduzione di elementi motori e/o simbolici nelle parti dialogate.
Una classica variante di Leprotto leprottino consiste nell’inserire riferimenti alla stagione.

 Riflessioni

Leprotto leprottino - Riflessioni dal Progetto Asilo Nido

Leprotto leprottino è una canzone mimata ottima per la gestione del grande gruppo, in particolare per coinvolgere tutto il gruppo in maniera divertente durante una lunga transizione.
Questo tipo di canzoni sono in realtà un canovaccio ritmico e melodico su cui l’educatrice inserisce quello che i bambini stanno facendo. Modificando la voce o comunque alterando lo schema della canzone, l’educatrice può dire qualcosa ai bambini, fare gesti, rivolgersi ad un singolo bambino (tipo: “Shhhh, ora dormite tutti, dormi Anna, saltiamo dopo...”, “arriva la notte”, “arriva il giorno e spunta il sole”, ecc.).

Nota. L’educatrice comprende che la proposta di Leprotto leprottino ha esaurito la sua funzione quando la maggior parte dei bambini non è più disposta a rimettersi per terra per un’ulteriore ripetizione. Nel caso l’educatrice può continuare con la proposta di un’altra canzone con ritmo e posizioni diverse (stando solo in piedi).


Leprotto leprottino - Conclusioni

Leprotto leprottino è una canzone rivolta al grande gruppo proponibile dall’educatrice di asilo nido nei momenti di passaggio da una situazione ad un’altra. Infatti, per le sue caratteristiche, Leprotto leprottino permette di modificare il ritmo dei bambini e (tramite l’eventuale allungamento della canzone) controllare la durata della transizione. Leprotto leprottino è molto apprezzata da tutti i bambini sopra i 18 mesi, probabilmente per il passaggio da quiete a movimento. In questa canzone, l’educatrice crea un’aspettativa di movimento all’interno di una atmosfera prima accogliente e rilassante, poi dinamica e divertente. In Leprotto leprottino, l’educatrice di asilo nido partecipa ai movimenti e accompagna, incoraggia e rinforza verbalmente le azioni dei bambini.


Progetto Asilo Nido & Social