In Progetto Asilo Nido ora: 61

Benvenute in Progetto Asilo Nido


Il sito delle educatrici per condividere e confrontarsi sull'universo degli asili nido!

Contenuti di Progetto Asilo Nido

Salto del giocattolo

Salto del giocattolo

Il salto del giocattolo è una semplice attività ludica che l’educatrice di asilo nido può proporre a bambini grandi (da 30 mesi in poi) per promuovere la cooperazione tra loro.

Salto del giocattolo: valenza educativa

La valenza educativa del salto del giocattolo si basa sul contribuire al raggiungimento dei seguenti obiettivi:

  • Sviluppare le competenze motorie del bambino, in particolare la nascente capacità di sincronizzare i propri movimenti con quelli dei pari
  • Incentivare la nascente capacità di cooperare nel gioco

Il metodo previsto è un’interazione ludica che sfrutta la manifesta preferenza di ciascun bambino di quest’età per un compagno di giochi fisso.

Verso i 30 mesi, il bambino comincia ad usare la cooperazione in situazioni di gruppo, in particolare con un singolo compagno verso cui mostra una spiccata preferenza. Per sfruttare a fini educativi sia tale capacità sia lo sviluppo motorio raggiunto dal bambino, verso i 30-36 mesi l’educatrice può iniziare a proporre il Salto del giocattolo.

Età consigliata: il salto del giocattolo è stato provato con successo con bambini d’età maggiore di 33 mesi.
Proponibile a: bambini in coppia, anche più di cinque coppie alla volta
Setting e risorse: salone della psicomotricità, spazi esterni. Devono essere tolti dallo spazio tutti gli ostacoli al libero movimento dei bambini e gli eventuali altri giocattoli.

Salto del giocattolo e famiglie

Il salto del giocattolo è un’ottima attività ludica da proporre alle famiglie dei bambini grandi, iscritti cioè all’ultimo anno di asilo nido, in feste e/o incontri all’aperto. In questo caso, dopo un’iniziale dimostrazione da parte delle educatrici, si lasceranno bambini e famiglie libere di provare il salto del giocattolo con proprie modalità (vedi anche le varianti proposte nel seguito).

Salto del giocattolo: attività

Vediamo ora i dettagli della proposta dell’attività di Salto del giocattolo:


Clicca per visualizzare i dettagli dell’attività Salto del giocattolo

Materiali

Materiali per ciascuna coppia di bambini:

N° 1 asciugamano leggero, canovaccio o telo di circa 50x70 cm
N° 1 peluche o altro oggetto morbido che non rotoli (vedi “Misure di sicurezza” dopo)

Nota. É richiesta la compresenza di una seconda educatrice

Proposta

Salto del giocattolo: proposta da parte dell’educatrice di asilo nido

L’educatrice di asilo nido, con una collega, mostra cosa succede se si tirano in contemporanea i 4 lembi di un telo su cui sopra è posto il giocattolo. Evidenzierà il piacere che se ne ricava.
L’attività richiede solitamente qualche ripetizione prima che i bambini inizino ad apprezzarne la ludicità.
L’educatrice chiede quindi “Chi vuole provare il salto del giocattolo?”. Di solito uno o due bambini nel gruppo sono più pronti e disponibili a nuove attività di movimento. L’educatrice chiede a questi primi bambini “Dai, scegliti un compagno per il gioco”. In tal modo s’innesca il meccanismo della cooperazione in coppia e in breve tutti, o quasi tutti, i bambini faranno saltare il giocattolo. Dopo un paio di minuti, il gioco solitamente prosegue in maniera diversa per ogni coppia, anche estinguendosi o divenendo un pretesto per un gioco simbolico o motorio personalizzato.
L’educatrice incoraggia e apprezza tutti gli sforzi dei bambini e rinforza positivamente le cooperazioni via via più coordinate tra loro.

Varianti

Salto del giocattolo: alcune varianti

Le varianti del Salto del giocattolo riguardano il tipo di oggetto proposto per il salto.
Nota: spesso queste varianti aumentano il carico di lavoro sia del personale ausiliario (pulizie) sia delle educatrici (spazzolare i vestiti e i capelli dei bambini, cambiare i vestiti).
Ad esempio, con strisce di carta o coriandoli, quest’attività è molto apprezzata dai bambini. Può essere inserita all’interno di una festa dell’asilo nido per il carnevale.

Variante estiva

Da svolgersi in giardino. I bambini tendono teli di plastica (ad esempio: sacchetti della spazzatura neri, quelli “condominiali”), e l’educatrice versa un po’ d’acqua su ogni telo. L’effetto pioggia è solitamente apprezzato da tutti i bambini.

Variante da giardino

L’educatrice posizione al centro del telo, al posto del giocattolo, dei piccoli fiori, delle foglie o i petali di grandi fiori (rose).
Nota. È consigliabile aver proposto l’attività salto del giocattolo, altrimenti i bambini preferiranno giocare coi materiali posti sul telo.

Variante simbolica

Gli oggetti e le azioni del Salto del giocattolo possono naturalmente assumere una valenza simbolica. Ad esempio, proponendo quest’attività dopo una lettura o narrazione in cui si sono fatti vedere dei pescatori con la rete.

Parametri per l’osservazione

I parametri per l’osservazione sono, per ciascun bambino:

  • Percentuale di ripetizioni del movimento coordinato con entrambe le braccia rispetto a quelle non coordinate
  • Percentuale di ripetizioni del movimento coordinato con il proprio compagno rispetto a quelle non coordinate
  • Durata dell’interesse nell’attività

Il terzo parametro (interesse del bambino) è un parametro di monitoraggio.
Nel caso l’interesse della maggior parte dei bambini non sia evidente (durata inferiore ai 2-3 minuti), è consigliabile non riproporre ulteriormente l’attività per 1-2 mesi. Tale attività, infatti, potrebbe essere troppo complessa per il livello di sviluppo motorio conseguito dai bambini.

Salto del giocattolo - valutazione dell’efficacia educativa

I primi due parametri d’osservazione (movimenti coordinati e cooperazione) sono diretti alla valutazione dell’efficacia educativa. Essa sarà positiva se entrambi tali parametri aumentano tra la prima e l’ultima proposta del Salto del giocattolo.

Salto del giocattolo - misure di sicurezza

Dal punto di vista delle misure di sicurezza, l’educatrice deve considerare le caratteristiche del giocattolo da far saltare. Questo, infatti, deve essere morbido e non troppo leggero: indicativamente deve fare una conca quando posizionato sul telo steso. Ciò è importante perché, anche applicando una minima forza, il salto può essere molto alto. Questo è molto apprezzato dai bambini, ma qualche volta può portare ad una pioggia di giocattoli nella stanza...

Salto del giocattolo - Articoli collegati

Per un’analisi della fascia d’età 30-36 mesi, vedi Sviluppo del bambino 30-36 mesi.
Per un insieme di altre attività educative proponibili tra 30-36 mesi, vedi  Attività e sviluppo a 30-36 mesi.

Conclusioni - Salto del giocattolo

In quest’articolo abbiamo proposto il Salto del giocattolo, una semplice attività ludica diretta a promuovere la cooperazione tra bambini dell’asilo nido. Consiste nel lancio in aria di un peluche tramite il tendere, da ambedue i lati contemporaneamente, un piccolo telo da parte dei bambini di asilo nido. L’educatrice di asilo nido può proporre il Salto del giocattolo a bambini di età superiore ai 30 mesi.


Progetto Asilo Nido & Social