In Progetto Asilo Nido ora: 68

Benvenute in Progetto Asilo Nido


Il sito delle educatrici per condividere e confrontarsi sull'universo degli asili nido!

Contenuti di Progetto Asilo Nido

Sviluppo del bambino al Nido - Domande - 7

Sviluppo del bambino al Nido - Domande - 7

Di seguito sono presentate 10 domande sullo sviluppo del bambino apparse spesso nelle selezioni e nei concorsi per educatore di asilo nido.
Per passare alle 10 domande successive, clicca sul link alla fine dell’articolo.
Tempo da impiegare: max 8 minuti.

Sviluppo del bambino in concorsi e selezioni per educatore asilo nido

Le domande sullo sviluppo del bambino la base dei concorsi e delle selezioni per educatore di asilo nido. Questo perché lo sviluppo è la base di ogni azione educativa e di cura nel lavoro dell'educatrice di asilo nido.
Ecco il motivo di questa serie di domande e risposte sullo sviluppo del bambino.

Le domande che seguono sono quasi tutte raccolte da vari concorsi e selezioni per educatore di asilo nido dal 1995 ad oggi; le rimanenti sono state da noi sviluppate.
Per un elenco di sinonimi dei termini abitualmente usati in ambito di asilo nido e per definizioni di concetti particolari, vedi Termini per asilo nido.

Domande sullo sviluppo del bambino

Le seguenti domande possono essere usate sia come quesito a risposta multipla, sia come domanda aperta: basta non cliccarci sopra e non si vedono le possibili risposte!


Dal punto di vista dello sviluppo del linguaggio, una educatrice di asilo nido osserva che un bambino di 18 mesi circa usa:


Regole grammaticali di cui conosce la maggior parte delle eccezioni
Regole grammaticali di cui non conosce ancora le eccezioni 
Frequenze vocaliche ancora incerte

Risposta:

Regole grammaticali di cui non conosce ancora le eccezioni

Il sorriso del neonato è dato da:


Un riflesso innato, agito casualmente, indipendentemente dal contesto
Un riflesso innato in grado di esprimere una sensazione di piacere nella relazione
Un riflesso meccanico che si produce attraverso il solletico

Risposta:

Un riflesso innato in grado di esprimere una sensazione di piacere nella relazione

Una educatrice di asilo nido parla di “elaborazione delocutoria” per indicare la produzione di frasi:


Esclusivamente in prima persona
Prevalentemente in terza persona
Confondendo sempre plurale e singolare

Risposta:

Prevalentemente in terza persona (tipico sotto i 20-21 mesi circa)

Una educatrice di asilo nido parla di “monologo a due” o “monologo collettivo” per indicare:


Il parlare ad alta voce davanti ad altri senza preoccuparsi di essere compreso
L’interpretare le parti di due o più personaggi, escludendo se stesso
L’assegnare i propri pensieri ad alcuni pupazzi, durante un gioco

Risposta:

Il parlare ad alta voce davanti ad altri senza preoccuparsi di essere compreso (termine derivante dal Costruttivismo)

Il “linguaggio costituito” che un bambino è generalmente in grado di usare dopo i 24 mesi, è caratterizzato da:


Dall’utilizzo del pronome personale “io” in frasi con verbi e aggettivi
Dall’incapacità di descrivere se stesso con un aggettivo
Dal rivolgersi agli altri in terza persona

Risposta:

Dall’utilizzo del pronome personale “io” in frasi con verbi e aggettivi

Dal punto di vista dello sviluppo del linguaggio, una educatrice di asilo nido osserva che un bambino tra i 14 e i 22 mesi:


Ha sviluppato un vocabolario molto ridotto ed utilizza protoparole
Comprende il significato di circa 100 parole e può formulare locuzioni di due parole
Comprende il significato di circa 200 parole e può formulare locuzioni fino a cinque parole

Risposta:

Comprende il significato di circa 100 parole e può formulare locuzioni di due parole

Risposta:

Un balbettio e le prime sillabe

Le “protoparole” che un bambino è generalmente in grado di pronunciare verso i 12 mesi, sono:


Una sequenza casuale di vocali e consonanti che tuttavia non esprime mai un significato
Sequenze di suoni simili a parole alle quali non sempre si può dare un significato
Parole di almeno tre sillabe sempre comprensibili, pur pronunciate scorrettamente

Risposta:

  Sequenze di suoni simili a parole alle quali non sempre si può dare un significato

Una educatrice di asilo nido osserva che una delle prime manifestazioni della “costruzione del Sé” tra i 6 e i 12 mesi è data dal fatto che il bambino:


É in grado di portarsi il cibo alla bocca senza l’ausilio di un caregiver
Indica se stesso quando la madre ne pronuncia il nome
Riesce a riconoscere la propria immagine riflessa allo specchio

Risposta:

  Riesce a riconoscere la propria immagine riflessa allo specchio

In un neonato, la prima manifestazione del linguaggio consiste nell’emissione di suoni, che sono:


Per lo più uguali in tutti i contesti linguistici del mondo
Caratteristici in relazione alla cultura
Caratteristici in relazione al contesto linguistico familiari

Risposta:

  Per lo più uguali in tutti i contesti linguistici del mondo


Se ritieni che una risposta sia errata o incompleta, per favore lascia un messaggio nel forum o un commento sulla pagina di Progetto Asilo Nido su Facebook. Grazie!

Come usare le domande sullo sviluppo del bambino

Queste domande sullo sviluppo del bambino sono nate come aiuto nella preparazione a un concorso o ad una selezione per educatore di asilo nido.
Come per tutte le domande, anche queste di Progetto Asilo Nido ti sembreranno banali se conosci bene il tema; ecco perché, se:

  • impieghi più di 30-45 secondi per leggere e rispondere ad una domanda
  • la domanda ti sembra “difficile” da capire per termini usati e distinzioni proposte

Allora ti consigliamo di rivedere gli argomenti relativi allo sviluppo del bambino prima di proseguire oltre nel tuo studio, ad esempio leggendo le tabelle di sviluppo presentate in Sviluppo del bambino 6-12 mesi e negli articoli collegati.
In bocca al lupo, futura collega educatrice di asilo nido!


Progetto Asilo Nido & Social

Progetto Asilo Nido & Lavoro